Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Berlusconi: Brunetta, Epifani giacobino agita il cappio

colonna Sinistra
Venerdì 13 settembre 2013 - 17:21

Berlusconi: Brunetta, Epifani giacobino agita il cappio

(ASCA) – Roma, 13 set – ”Vieni avanti, giacobino. EdEpifani, e’ venuto avanti. Dando vita a un incredibilescempio della moralita’ politica e della semplice umanita’.

Questo dice la gravita’ della situazione di politica edemocrazia in Italia, persino peggiore dello sprintinnaturale cui e’ sottoposta la procedura della Giunta per leelezioni che ha in carico il caso della decadenza delsenatore Berlusconi. Gia’ questo e’ uno scandalo, non tantoper i tempi quanto per il contenuto che si vuol dare adessi.

Vale a dire non lo spazio per una seria riflessione, maper centellinare la condanna gia’ stabilita. Questo pero’ eraahinoi facile profezia, viste le dichiarazioni di questigiorni”. Lo ha affermato in una nota il presidente deideputati del Pdl, Renato Brunetta, secondo cui ”la cadutavera, nel chiaro segno della provocazione e dell’indegnita’arriva dal segretario pro tempore del Partito democratico,Epifani. Quest’uomo, dopo aver in lungo e in largo annunciatoche per lui Berlusconi sara’ dichiarato decaduto, rifiutandoanche solo di esplorare la strada del dubbio razionale, ieriha lanciato una torbida provocazione. Ha detto che bisognavachiedere a Berlusconi se fara’ cadere il governo dopo la suadecadenza, e gli ha chiesto responsabilita’. Insomma: primaEpifani agita davanti la spada della decadenza, amputando laforza alleata del suo leader, e poi chiede di far come nullafosse e invoca responsabilita’? Questa e’ una azione figliadella follia che ha preso corpo in un Partito democraticotenuto insieme come consueto dalla voglia di eliminare ilNemico”, ha spiegato.

”Si esamini la sequenza. Epifani – ha spiegato Brunetta – e’alleato di Berlusconi. Dinanzi a una scelta suggerita daautorita’ morali e giuridiche del suo stesso partito, rifiutadi intraprendere la strada ragionevole di un quesito sullaretroattivita’ da porre alla Corte di Giustizia diLussemburgo. Un chiaro atto di guerra non solo a Berlusconi eal Pdl ma alla democrazia. Dopo di che, agita il cappio sottola finestra della casa di Berlusconi e gli dice: siiresponsabile, manda i tuoi a governare con noi. Indecente.

Sono costoro che con quella decisione di torvo giacobinismodistruggono la maggioranza e fanno cadere il governo. Gettareaddosso a Berlusconi la responsabilita’ della loroirresponsabilita’ e’ indice di pura vigliaccheria”, haconcluso.

brm/sam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su