Header Top
Logo
Giovedì 27 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Resistenza: Grasso, memoria passato valore fondante democrazia

colonna Sinistra
Giovedì 12 settembre 2013 - 19:33

Resistenza: Grasso, memoria passato valore fondante democrazia

(ASCA) – Roma, 12 set – ”La nostra presenza oggi e’doverosa, la esige la storia che chiede di non esseredimenticata, lo esige lo stesso rispetto per le vittime. Perdecifrare il presente, per trasmettere alle nuove generazioniil valore e l’importanza della democrazia, e’ di fondamentaleimportanza la memoria”. Cosi’ il presiente del Senato,Pietro Grasso intervenendo alle celebrazioni per il 70esimoanniversario della Resistenza all’occupazione nazista e allacommemorazione dell’eccidio di Barletta in cui furonotrucidati dai tedeschi 10 vigili urbani e due netturabinidella citta’ pugliese.

”E’ stato detto che i popoli che non conservano le traccedel proprio passato non sono padroni del proprio futuro – haaggiunto Grasso -. In queste poche parole, e’ racchiuso ilvero significato di questa, come delle tante altre giornatein cui, nel ricordo orgoglioso e commosso dei tanti nostriconcittadini che in tempi sia di guerra che di pace sonocaduti per prestar fede al loro dovere, si celebra laliberta’ che questi martiri civili ci hanno donato e cherimane un bene supremo, un valore fondamentale del nostroordinamento costituzionale”.

”La memoria deve attraversare il tempo e tutti noiabbiamo il dovere di trasmetterla alle nuove generazioni – haproseguito il presidente del Senato -. Onoriamo tutti coloroche scelsero di mettere a rischio la propria vita, per donareall’Italia liberta’ e democrazia, nella consapevolezza chesiamo ancora oggi debitori del loro coraggio e del lorosacrificio. Non dobbiamo dimenticare mai l’impegno civile diquesti uomini, che in molti casi si e’ spinto fino allamorte. Soprattutto dobbiamo fare in modo che non lodimentichino i nostri giovani, i ragazzi che stannocostruendo l’Italia di domani. Cosi’, anche la celebrazioneodierna non e’ solo di coloro che hanno vissuto glientusiasmi e i dolori di quella giornata. E’ piuttosto unacelebrazione che deve consolidare il legame tra legenerazioni, il senso di appartenenza alla medesimacomunita”’. Grasso, che con il suo discorso ha dato il via allecelebrazioni che si svolgono al Teatro Curci, eraaccompagnato dal ministro della Difesa, Mario Mauro, daimassimi rappresentanti locali e dall’ambasciatore tedesco inItalia, Reinhard Schaefers. ”Dialogo, partecipazione,incontro, valori etici e politici insieme – ha concluso laseconda carica dello Stato – si fanno corpo vivo nella gente,disposta a combattere e a morire in nome di principi cheancora ogg sono i nostri principi”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su