Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola: Garante, si’ alla trasparenza ma senza violare privacy

colonna Sinistra
Mercoledì 11 settembre 2013 - 11:30

Scuola: Garante, si’ alla trasparenza ma senza violare privacy

(ASCA) – Roma, 11 set – Graduatorie on line e moduli diiscrizione solo con dati pertinenti. No alla pubblicazionesul web dei nomi degli studenti le cui famiglie sono inritardo nel pagamento della retta per la mensa. Vietatodiffondere telefono e indirizzo di personale scolastico estudenti. In occasione dell’avvio dell’anno scolastico, il Garante perla privacy ricorda alle scuole di ogni ordine e grado lanecessita’ di tenere presente alcuni principi stabiliti neiprovvedimenti adottati in questi anni in materia ditrasparenza in ambito scolastico, a tutela dei dati deglistudenti e dei lavoratori che operano nel mondodell’istruzione. Numerosi sono, infatti, i casi in cuiistituti e pubbliche amministrazioni, per un’erratainterpretazione della normativa sulla trasparenza o persemplice disattenzione, rendono accessibili informazioni chedovrebbero restare riservate, mettendo in questo modo arischio la riservatezza e la dignita’ delle persone.

LE GRADUATORIE – Il Garante e’ intervenuto piu’ voltecontro illeciti compiuti nella pubblicazione on line digraduatorie di vario tipo, le quali spesso contengono datipersonali non pertinenti o eccedenti le finalita’istituzionali perseguite. Alcuni Comuni, ad esempio, hannopubblicato on line le graduatorie di chi ha diritto adusufruire del servizio di scuolabus includendo tra le varieinformazioni liberamente accessibili, non solo i datiidentificativi dei bambini, ma anche l’indirizzo di residenzae il luogo preciso dove lo scuolabus li avrebbe fatti saliree scendere. La diffusione di questi dati, oltre a comportareuna violazione della normativa, puo’ rendere i minori facilepreda di malintenzionati. Un altro caso frequente riguarda lapubblicazione sui siti Internet degli istituti dellegraduatorie di docenti e personale amministrativo tecnico eausiliario (Ata) per consentire a chi ambisce a incarichi esupplenze di conoscere la propria posizione e punteggio. Taliliste, giustamente accessibili a tutti, non devono pero’contenere, come in diversi casi segnalati al Garante, inumeri di telefono e gli indirizzi privati dei candidati.

Questa illecita diffusione dei contatti personali incrementa,tra l’altro, il rischio di esporre i lavoratori a forme distalking o a possibili furti di identita’.

IL SERVIZIO MENSA – Il Garante ricorda che e’ illecitopubblicare sul sito della scuola il nome e cognome deglistudenti i cui genitori sono in ritardo nel pagamento dellaretta o del servizio mensa. Lo stesso vale per gli studentiche usufruiscono gratuitamente del servizio in quantoappartenenti a famiglie con reddito minimo o a fasce deboli.

Gli avvisi messi on line devono avere carattere generale,mentre alle singole persone ci si puo’ rivolgere concomunicazioni di carattere individuale. A salvaguardia della trasparenza sulla gestione delle risorsescolastiche, restano ferme le regole sull’accesso aidocumenti amministrativi da parte delle persone interessate.

L’ISCRIZIONE A SCUOLE E ASILI – Gli istituti scolastici egli asili nido, cosi’ come i Comuni, devono predisporre concura i moduli di iscrizione di bambini e studenti, cosi’ danon chiedere alle famiglie informazioni personali eccedenti enon rilevanti. Particolare attenzione deve essere postasull’eventuale raccolta di dati sensibili, come quelli sullecondizioni di salute e sull’appartenenza etnica o religiosa.

Il trattamento di questi dati, oltre a dover essereespressamente previsto dalla normativa, richiede infattispeciali cautele e puo’ essere effettuato solo se i datisensibili sono indispensabili per l’attivita’ istituzionalesvolta: non e’ questo il caso della semplice iscrizione ascuola.

rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su