Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Agricoltura: De Castro a ministri Ue, aprire tavolo su punti Pac

colonna Sinistra
Martedì 10 settembre 2013 - 12:12

Agricoltura: De Castro a ministri Ue, aprire tavolo su punti Pac

(ASCA) – Roma, 10 set – Si e’ da poco concluso l’interventodel presidente della Commissione Agricoltura e svilupporurale Paolo De Castro al Consiglio informale agricoloeuropeo di Vilnius, nel corso del quale si e’ rivolto aiministri europei per sollecitare la chiusura dell’iternegoziale della riforma della politica comune, con larichiesta di prendere in esame i punti rimasti fuoridall’accordo dello scorso 26 giugno.

”Siamo orgogliosi del compromesso politico raggiunto agiugno – ha sottolineato De Castro -. Il Parlamento ha datoprova di grande flessibilita’ durante tutto l’iter negozialeed e’ con lo stesso spirito che vogliamo affrontare le pochequestioni non ancora discusse in quanto legate all’accordosul Quadro Finanziario Pluriennale. Lo stesso Parlamentoeuropeo, nella risoluzione in Plenaria del 3 luglio scorso,ha chiaramente detto che il regolamento sul Qfp non potra’essere legittimamente adottato finche’ non sara’ raggiunto unaccordo sui pertinenti regolamenti giuridici, nel pienorispetto dei poteri legislativi sanciti dal Trattato diLisbona”.

”Quello che ci aspettiamo ora dal Consiglio – ha detto DeCastro – e’ un chiaro riconoscimento della volonta’ dinegoziare sulle ultime questioni ancora in sospeso. Si trattadi punto fondamentale per la nostra Istituzione e lo dicosapendo di avere l’appoggio totale del Presidente MartinSchulz. Un tavolo formale di negoziato – ha concluso DeCastro – deve essere aperto il piu’ presto possibile perpermettere un approvazione formale della Riforma in tempiutili, evitando un’approvazione in seconda lettura che nonsarebbe nell’interesse degli agricoltori, ne’ dei cittadinieuropei”.

Il presidente Comagri, riprendendo il tema dell’incontrodi Vilnius – ”Family farming prospects in the context ofGlobalization” – ha poi evidenziato la necessita’ di mettereal centro del dibattito le problematiche dei dodici milionidi aziende agricole famigliari e piccoli agricoltori, in uncontesto generale di modernizzazione e globalizzazione, incui la sfida del futuro sara’ coniugare food security,rispetto dell’ambiente e produzione di beni pubblici. Hainoltre annunciato che la Comagri sta lavorando a un rapportod’iniziativa sul futuro dei piccoli agricoltori in relazioneal 2014, anno internazionale dell’agricoltura famigliare.

red/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su