Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sanita’: Anci sigla protocollo intesa per progetti europei

colonna Sinistra
Lunedì 9 settembre 2013 - 12:22

Sanita’: Anci sigla protocollo intesa per progetti europei

(ASCA) – Roma 9 set – Una partnership per lo sviluppo e lagestione di progetti comunitari nelle materie afferenti allaricerca biomedica e all’assistenza socio sanitaria nelle suepiu’ ampie accezioni e, in particolare, nel programma Health2020 e Horizon 2020 promosse dall’Unione Europea. E’ quantohanno avviato Federsanita’ Anci e Eu-Open con lasottoscrizione di un Protocollo d’intesa per garantire unaadeguata rappresentativita’ presso le Istituzioni Europee ele agenzie europee e per avviare e gestire, medianteapposita procura, le conseguenti relazioni nel contesto dellestesse.

”I processi di integrazione politica e socialedell’Unione Europea assegnano un valore crescente allepolitiche sociali e sanitarie dei Paesi Membri – hadichiarato Angelo Lino Del Favero Presidente di Federsanita’Anci – anche in una prospettiva di maggiore coesione fra glistessi, consentendo ad esempio la libera circolazione deicittadini-pazienti al fine di essere assistiti e quindieventualmente sottoposti a trattamenti sanitari al di fuoridei propri confini nazionali e nel contempo la possibilita’di mutuo riconoscimento e abilitazione alle professionisanitarie nei suoi vari gradi e discipline nel contestodell’Unione Europea”. Scopo del Protocollo d’Intesa e’ avviare un miglioramentodella comunicazione sanitaria, finalizzato a fornire aicittadini gli strumenti per un corretto uso delleinformazioni, necessario al fine di orientare i medesimiverso scelte consapevoli ed evitare quindi il ricorso a cureinappropriate o scientificamente non validate. La liberacircolazione dei pazienti-cittadini nei Paesi dell’Unionepuo’, inoltre, se non contestualizzata in una nuova culturadella salute, accrescere il livello di disorientamento neicittadini stessi. ”La partecipazione dei pazienti-cittadini Europei alleattivita’ di Ricerca Biomedica e’ regolata da DirettiveEuropee, tra cui la 20/2001 sulla sperimentazione clinica ela 28/2005 sulle buone pratiche cliniche – ha spiegato PaoloStocco di Eu-Open – questo determina la necessita’ per tuttigli operatori del Sistema Sanitario Nazionale di conoscere eapprofondire le caratteristiche ed il funzionamento deiSistemi Sanitari degli altri Stati Membri e cio’ richiedeattivita’ di informazione e formazione, scambio al fine diincrementare la competitivita’ degli operatori stessi”. L’accordo prevede supporto e assistenza in relazione adinformazione e formazione sui Programmi Comunitari, oltre aservizi di Capacity Building e Project Management.

”E’ essenziale accrescere il livello di competitivita’delle aziende sanitarie nell’ambito dei progetti europei – haconcluso Angelo Lino Del Favero Presidente di Federsanita’ANCI – al fine di ottenere risorse ulteriori per lo sviluppodella ricerca e del miglioramento delle ”best practices”,anche in considerazione dell’oggettiva minor competitivita’del nostro Paese in tale ambito”.

red/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su