Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Berlusconi: Rughetti(Pd), legge Severino chiarissima, subito applicabile

colonna Sinistra
Mercoledì 4 settembre 2013 - 12:22

Berlusconi: Rughetti(Pd), legge Severino chiarissima, subito applicabile

(ASCA) – Roma, 4 set – ”Le norme relative allaincandidabilita’ e decadenza dalle cariche elettive sono dinatura amministrativa e in quanto tali immediatamenteapplicabili. Lo afferma chiaramente una delibera della Civit- la Commissione indipendente che deve coordinarel’applicazione di tutte le norme contenute nella legge percombattere la corruzione – relativamente all’applicazione deldecreto legislativo n.39/2013 emanato in attuazione dei commi49 e 50 dell’art.1 della legge Severino”. E’ quanto scriveAngelo Rughetti, deputato del Pd, sul suo blog(www.huffingtonpost.it). ”Il dibattito sorto intorno agli effetti connessi allacondanna definitiva di Berlusconi – prosegue Rughetti -sembra solo un palliativo per spostare sul un piano giuridicoun tema che invece sembra molto semplice leggendo le norme egli atti interpretativi delle stesse. Non a caso gia’ piu’ diun politico eletto dopo l’entrata in vigore della legge ha”subito” gli effetti di quelle norme dovendo scegliere serestare in carica da sindaco o da parlamentare o dacomponente del governo. In altri casi gli amministratori sonostati chiamati a scegliere fra la carica di sindaco e quelladi dirigente di una ASL o di una impresa pubblica”.

”E proprio rispetto alla entrata in vigore delle normecontenute nei decreti legislativi emanati in attuazione dellalegge di delega 190/2012 si e’ espressa la Civit – scrivel’onorevole vicino al sindaco di Firenze Matteo Renzi – cheha sancito un principio chiaro: sono norme inerentil’elettorato passivo e la possibilita’ di ricoprire caricheelettive. In quanto tali trovano applicazione automaticamentee se il legislatore avesse voluto dilazionarne gli effettiavrebbe dovuto dirlo esplicitamente (applicazione delprincipio secondo cui la legge dice quello che vuole e nondice quello che non vuole)”. ”Il 9 la Giunta del Senato – chiude il post il deputato -avviera’ e forse concludera’ l’esame della questione. Sara’la Giunta stessa a stabilire le modalita’ organizzative ed itempi della discussione. Ma la sostanza delle cose alegislazione vigente resta questa e soluzioni diverse dalvoto sulla decadenza minerebbero irrevocabilmente il nostroordinamento e le poche regole condivise che costituiscono”la religione civile” di un Paese”. com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su