Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Referendum: Giachetti (Pd), occasione da non perdere sulla giustizia

colonna Sinistra
Martedì 3 settembre 2013 - 17:43

Referendum: Giachetti (Pd), occasione da non perdere sulla giustizia

(ASCA) – Roma, 3 set – ”Sono rammaricato, perche’ come Pdnon abbiamo mai assunto l’iniziativa di guidare il Paese allariforma della giustizia neanche attraverso questa occasioneofferta dai Radicali”. Lo ha detto a Radio Radicale ildeputato del Pd Roberto Giachetti, tra i presentatori deireferendum radicali in materia di giustizia.

”In questi anni – spiega Giachetti – i problemi dellagiustizia si sono accresciuti, ovviamente non sono soloquelli individuati nei quesiti referendari, ma sono anchequelli temi centrali. Purtroppo da una parte Berlusconi si e’occupato di giustizia solo per se stesso fregandosene deiproblemi che investono le persone normali, e dall’altra noici siamo trovati a non volere affrontare i temi di unariforma della giustizia che sono impellenti, sempre conl’alibi che avremmo fatto un favore a Berlusconi. La realta’e’ che il nostro Paese di giustizia sta morendo, non solo perla drammatica situazione delle carceri, ma anche per lasituazione nella quale si trovano le imprese, perche’ nonarrivano gli investimenti stranieri perche’ non c’e’ certezzadel diritto, e’ del tutto evidente che il sistema e’scoppiato”. ”Ma noi ci ritroviamo con un approccio vecchio – proseguel’esponente del Pd – nel quale gridiamo allo scandalo perche’Berlusconi aderisce ad una campagna referendaria moltoprecisa. Sono rammaricato, perche’ come Pd non abbiamo maiassunto l’iniziativa di guidare il Paese alla riforma dellagiustizia neanche attraverso questa occasione offerta daiRadicali. Mi aspettavo che i responsabili della giustizia delmio partito di questo discutessero. Stiamo parlando di darela possibilita’ al popolo italiano di esprimersi su alcunequestioni fondamentali. Giachetti conclude: ”Io ho firmato tutti i referendum emi convincono tutti non solo ovviamente quello sugliincarichi fuori ruolo dei magistrati contro cui mi sonobattuto lo scorso anno. A me interessa che una classepolitica che non e’ stata in grado di fare riformestrutturali possa avere , magari con la spinta popolare, laforza di assumere una iniziativa e cominciare ad aggredire iproblemi del nostro paese. Purtroppo in questi giorniscontiamo una vecchia polemica che non ci porta da nessunaparte”. com-sgr/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su