Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lega Nord: si scaldano muscoli per congresso. Ipotesi candidatura Bossi

colonna Sinistra
Martedì 3 settembre 2013 - 17:28

Lega Nord: si scaldano muscoli per congresso. Ipotesi candidatura Bossi

(ASCA) – Milano, 3 set – L’ufficialita’ ancora non c’e’. Ma aquesto punto si puo’ dire che il congresso federale dellaLega Nord si terra’ sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre.

Salvo sorprese, quel giorno si sapra’ il nome del successoredi Roberto Maroni alla guida del Carroccio. Questa mattina e’stato lo stesso Maroni a chiarire che la Lega Nord necessitadi una ”guida forte” e che lui intende farsi da parte perlasciare spazio ai giovani: ”Voglio fare il governatore alcento per cento”.

Maroni ha anche indicato i nomi dei 5 piu’ papabili allasuccessione. Tra loro, pero’, Giancarlo Giorgetti si e’ gia’chiamato fuori. E intanto spunta il ritorno in campo diUmberto Bossi, che – stando alle indiscrezioni che trapelanoin queste ore dai suoi fedelissimi – sarebbe pronto acandidarsi alla segreteria federale. La notizia non trovaconferme ufficiali ma e’ data per certa da alcuni esponentidi punta del cosiddetto ‘cerchio magico’. ”E’ una sceltaovvia”, spiega all’ASCA un fedelissimo di Bossi, che indicanel ‘ritorno alle origini’ l’unica strada da percorrere perfar recuperare al Carroccio i livelli di consenso degli anniche furono: ”Se si vuole salvare la Lega Nord, Bossi devetornare alla segreteria federale. La Lega Nord deve tornare aessere la Lega Nord di Bossi, un movimento autonomista,federalista e, perche’ no, secessionista. Se eleggerannosegretario uno come Tosi, vuol dire che vogliono far moriredel tutto la Lega Nord”. C’e’ anche chi, nella cerchia dell’ex segretario,considera il suo ritorno in campo uno scenario pocoprobabile: ”Bossi candidato alla segreteria? Non credo cheglielo lasceranno fare – spiega sempre all’ASCA un exdirigente di punta della Lega Nord -. E non credo che Bossiabbia la volonta’ di mettersi in gioco. Piu’ che altroperche’ e’ sempre stato il candidato unico alla segreteriafederale, questa volta dovrebbe scontrarsi con altri”. Comedire che la volonta’ di Bossi non non dividere il partitoprevarrebbe sul suo desiderio di riscatto.

Nel partito, comunque, il clima si surriscalda. Atestimoniarlo anche la scelta di non candidarsi allasegreteria da parte di Giancarlo Giorgetti, attualecapogruppo alla Camera, giudicato – a differenza dei piu’vulcanici Tosi e Salvini – figura potenzialmente gradita allediverse anime del Carroccio. ”Bossi e’ sempre il migliore,ma Giorgetti va benissimo”, chiarisce un bossiano, che tienea precisare: ”Giancarlo e’ l’unico della ‘vecchia guardia’che in questi ultimi anni non ha mai parlato a vanvera.

Soprattutto non ha mai detto che la Lega Nord va cambiata”.

fcz/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su