Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Carceri: Bizzotto (LN), Ue valuti legittimita’ decreto vergogna

colonna Sinistra
Martedì 3 settembre 2013 - 12:24

Carceri: Bizzotto (LN), Ue valuti legittimita’ decreto vergogna

(ASCA) – Roma, 3 set – ”L’Europa valuti la legittimita’ deldecreto svuota carceri recentemente approvato dal GovernoLetta, un provvedimento vergognoso che consentira’ a migliaiadi delinquenti di tornare in liberta’ con ripercussionidrammatiche per l’incolumita’ e la sicurezza dei cittadini”.

Lo afferma l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto,responsabile federale del dipartimento Europa della LegaNord, che ha presentato una serie d’interrogazioni allaCommissione UE per valutare la legittimita’ del decretosvuota carceri e per chiedere all’Europa delle norme comuni econdivise per rimpatriare i detenuti stranieri.

”Non e’ rimettendo i delinquenti a piede libero che sirisolve il problema del sovraffollamento nelle carceri -spiega l’eurodeputata Bizzotto – La prima cosa da fare e’ farscontare ai detenuti stranieri la pena nel proprio Paesed’origine, siano essi extracomunitari o comunitari. Perquesti ultimi, ad esempio, e’ necessario rivedere quantoprima quell’assurda norma UE che prevede il trasferimentonello Stato membro d’origine solo con il consenso delcondannato: quello che serve e’ un trasferimento automaticoed indipendente dalla volonta’ del detenuto”. ”Per i carcerati extracomunitari, invece, l’Europadovrebbe negoziare degli accordi bilaterali con i Paesi terziche consentano il loro rimpatrio in maniera rapida edefficace – prosegue la Bizzotto – Questa e’ l’unica validasoluzione al problema del sovraffollamento delle carceri chenon mette a rischio la sicurezza dei nostri cittadini e deinostri territori”. Sono oltre 66mila i detenuti reclusi nei 206 istituticarcerari italiani – si legge nella nota – , a fronte di unacapienza regolamentare di circa 45mila unita’. Di questioltre un terzo sono stranieri, in gran parte provenienti daMarocco (19%), Romania (15%), Tunisia (12,6%) e Albania(11,9%). La Regione con il maggior numero di detenutistranieri e’ la Lombardia, con 4mila detenuti, vale a dire il18,7% del totale dei detenuti stranieri. In Veneto sono quasiduemila gli immigrati presenti nei 10 istituti penitenziari,che vanno a colmare quasi per intero la capienza totale dellecarceri venete. Il costo medio per ogni detenuto si aggiraintorno ai 200 euro al giorno.

”Viviamo una situazione paradossale: oggi in Italiaspendiamo circa 1 miliardo e mezzo di euro all’anno permantenere circa 25mila stranieri arrivati nel nostroterritorio con il solo scopo di delinquere – rincara laBizzotto – Rimpatriando i detenuti stranieri nel loro Paesed’origine si risparmierebbero quindi anche importanti risorseeconomiche che potremmo invece utilizzare per i nostrilavoratori e per le nostre imprese in difficolta”’.

”Siamo pronti a dare battaglia in ogni sede per bloccarequesto provvedimento ignobile che premia spacciatori,rapinatori e perfino alcuni mafiosi a scapito dei cittadinionesti – conclude Mara Bizzotto – Vista la palese incapacita’ed inadeguatezza del Governo Letta nel gestire questasituazione, ci rivolgiamo dunque all’UE affinche’ pensi adelle regole comuni e condivise che consentano iltrasferimento automatico dei detenuti stranieri, comunitari omeno, nei penitenziari dei rispettivi Paesi d’origine”.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su