Header Top
Logo
Domenica 23 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Brunetta, con sua eliminazione l’Italia riparte

colonna Sinistra
Lunedì 2 settembre 2013 - 11:04

Imu: Brunetta, con sua eliminazione l’Italia riparte

(ASCA) – Roma, 2 set – ”Imu: i mercati hanno sempre ragione.

Il 29 agosto 2013 dopo l’eliminazione dell’Imu sulla primacasa Milano e’ stata la migliore piazza finanziaria inEuropa. Perche’, per quanto il Financial Times non vogliaammetterlo, le risorse per consentire di cancellare questacattiva tassa sono state reperite senza mettere le mani nelletasche degli italiani ma con virtuosi tagli di spesapubblica. Il vincolo europeo del 3% e’ stato, pertanto,salvaguardato”. Cosi’ Renato Brunetta, capogruppo del Pdlalla Camera dei deputati, in un editoriale pubblicato da ”IlGiornale”. ”Con l’eliminazione dell’Imu e l’introduzione della’Service Tax’ nel 2014 – continua l’ex ministro – lapressione fiscale in Italia si riduce di oltre 4 miliardi dieuro e l’intervento approvato funge da stimolo per il settoreedile, che e’ trainante in economia. Alla componente difinanza pubblica si aggiunge una componente etica epolitica.

Il governo ha rispettato le intese con il Pdl, su cui si e’basato l’accordo che ha portato alla formazionedell’esecutivo di grande coalizione, e il Pdl ha mantenutoimpegni presi con 10 milioni di elettori”. ”Per quanto riguarda la ‘Service Tax’ che entrera’ invigore dal 2014 l’impianto deriva dall’Imu ‘federalista’approvata all’unanimita’ dalla Bicamerale sul federalismofiscale che esclude la prima casa, per oltre 4 miliardi dieuro, e prevede la riscossione diretta dai Comuni, con unacomponente legata alla gestione dei rifiuti solidi urbani euna componente di servizi indivisibili (fognatura,metropolitana, asili e scuole, eccetera) e servizi collegatiall’utilizzo del bene immobile (vigilanza, illuminazione,anagrafe, pulizia delle strade, eccetera). La ”Service Tax’- conclude Brunetta – prevede inoltre la deducibilita’ al 50%dal reddito d’impresa e di lavoro autonomo dell’Imu pagatasui fabbricati strumentali, l’esenzione dei fabbricatiinvenduti e sfitti delle imprese costruttrici e la riduzionedal 19% al 15% della cedolare secca sugli affitti stipulati acanone concordato”.

com-brm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su