Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Fiat: Ingroia, non puo’ dettare l’agenda di governo

colonna Sinistra
Lunedì 2 settembre 2013 - 17:02

Fiat: Ingroia, non puo’ dettare l’agenda di governo

(ASCA) – Roma, 2 set – ”Mi aspetto, ma mi sa che sara’un’aspettativa vana, una dura presa di posizione del governodopo l’ennesimo ricatto della Fiat che subordina gliinvestimenti italiani al varo di una legge sullarappresentanza sindacale. Nel giorno in cui, con evidenteritardo, la Fiat accetta la sentenza della CorteCostituzionale che di fatto impone a Marchionne di farrientrare in fabbrica il primo sindacato italiano, la Fiom,ecco che arriva l’ennesimo ricatto”. Lo ha detto ilpresidente di Azione Civile, Antonio Ingroia. ”L’arroganza con cui l’azienda torinese tenta di imporrel’agenda al governo e’ senza limiti. La Fiat ha piu’ voltepromesso investimenti, senza mai stare ai patti. Piuttostoche queste manfrine sarebbe bene che rispetti tutte lesentenze, oltre una decina, che le impongono di reintegrare ilavoratori iscritti alla Fiom. Non e’ questo l’atteggiamentoper risollevarsi. Per tornare a essere competitivi sulmercato non serve tenere fuori la Fiom, serve investire inricerca, ma questo Marchionne e chi lo sostiene lo hannovolutamente dimenticato”, conclude Ingroia.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su