Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • G20: al centro crescita ma anche Siria. Per Letta 4 incontri bilaterali

colonna Sinistra
Venerdì 30 agosto 2013 - 11:25

G20: al centro crescita ma anche Siria. Per Letta 4 incontri bilaterali

(ASCA) – Roma, 30 ago – E’ la crescita il tema del G20 che si terra’ a San Pietroburgo il 5 e 6 settembre al quale partecipera’ anche il premier Enrico Letta che, il 5 mattina, avra’ una serie di incontri bilaterali con gli altri leader dei Paesi del G20, tra cui il presidente russo Vladimir Putin. Nel corso del vertice si parlera’ anche della crisi siriana e della situazione del Medio Oriente, come spiegato da Armando Varricchio, consigliere diplomatico del presidente del Consiglio, durante un incontro con la stampa a Palazzo Chigi. ”Non si vive in una bolla – ha affermato – c’e’ un’agenda del G20 ma che non puo’ non risentire del momento che stiamo vivendo in cui la zona del Medio Oriente pone problemi di stretta attualita’. Quindi questo tema ci sara’ tra quelli non scritti in agenda”. Quanto al tema della crescita, il G20, ha sottolineato il consigliere del premier per gli affari economici ed internazionali, Fabrizio Pagani, ”si tiene in un momento in cui, a differenza degli altri G20, la crisi economica e’ meno acuta, come si usa dire in questi consessi internazionali ‘la casa questa volta non e’ in fiamme”’. Si discutera’ di ”come riuscire a supportare con politiche internazionali questi primi segnali di crescita. Dunque non si tratta piu’ di riaccendere il motore della crescita ma bisogna che questo motore cominci a girare”. Nella due giorni di San Pietroburgo quattro saranno le sessioni di lavoro: la prima e’ dedicata alla crescita e all’economia globale, la seconda a crescita e sviluppo, la terza alla crescita e al lavoro, e infine la quarta alla crescita e al commercio internazionale. Alle quattro sessioni se ne aggiunge una quinta informale durante la quale i leader dei Paesi G20 incontreranno la ‘comunita’ bisiness’ dunque uomini d’affare, manager internazionali e leader di sindacati internazionali. Si parlera’ anche di lotta ai paradisi fiscali e di temi relativi agli investimenti e al commercio internazionale. Prima delle sessioni di lavoro pero’ ci saranno una serie di incontri bilaterali. Letta arrivera’ a San Pietroburgo il 4 settembre e rilascera’ un’intervista a ‘Russia 24′. Il 5 mattina il premier avra’ un incontro con il presidente russo Vladimir Putin, come annunciato da Varricchio che ha sottolineato ”quanto stretti siano i rapporti tra Italia e Russia. Questo incontro servira’ ad affrontare i temi bilaterali in vista del vertice italo-russo che si terra’ in Italia in autunno ma anche per affrontare i temi internazionali come la guerra in Siria”. Un altro bilaterale sara’ con Park Geun-hye, presidente della Corea del Sud, Paese, sostiene Varricchio, ”che ha grandi interessi in Italia e investe nei settori dell’alta tecnologia”. Inoltre e’ in programma l’incontro con il presidente messicano Enrique Pena Nieto e con il primo ministro di Singapore, Paese ”estremamente importantae che rappresenta una porta verso l’Asia”. Tutti questi incontri, sottolinea il consigliere diplomatico del premier, ”hanno un filo conduttore: si vuole proiettare l’Italia su una piattaforma globale e verso l’internazionalizzazione del sistema economico portando avanti un’agenda globale”. ceg/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su