Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Orlando, bene principio chi inquina paga. Ma chiarezza su pagatori

colonna Sinistra
Giovedì 29 agosto 2013 - 17:44

Imu: Orlando, bene principio chi inquina paga. Ma chiarezza su pagatori

(ASCA) – Roma, 29 ago – Il ministro dell’Ambiente, AndreaOrlando, plaude all’adozione da parte del governo delprincipio per cui chi inquina paga una tassa sui rifiuti piu’alta. Ma chiede il superamento dell’attuale ”formulazioneconfusa” dei destinatari finali della cosiddetta ‘servicetax’, la nuova imposta in cantiere annunciata per inizio2014.

”L’annuncio dato ieri dal Consiglio dei ministri – scriveOrlando in una nota – che la futura ‘service tax’distinguera’ la tassa sui rifiuti dalla tassa sui serviziindivisibili, raccoglie un’indicazione avanzata e sostenutadal ministero dell’Ambiente in attuazione del principio ‘chiinquina paga’, la cui piena applicazione alla gestione deirifiuti solidi urbani puo’ stimolare forme virtuose edecosostenibili di smaltimento dei rifiuti, superandol’attuale impostazione della Tares”.

Nella lettura del ministro, pero’, ”ora ci sono lecondizioni per un passo ulteriore, in sede di definizionedella Legge di stabilita’ 2014, nella direzione dellachiarezza: distinguere anche dal punto di vista formale ilpagamento. I destinatari della tassa sono i produttori deirifiuti, a prescindere dalla superficie degli immobili cheoccupano. L’altra voce della service tax, invece – osservaOrlando – sono i beneficiari dell’insieme dei servizierogati, in primo luogo quindi i proprietari”.

In tale quadro ”come ho gia’ scritto al ministroSaccomanni nelle scorse settimane – e’ l’obiezione delministro dell’Ambiente – una formulazione confusa di questoimportante e delicato aspetto renderebbe complessa e caoticala gestione del sistema di finanziamento del servizio digestione dei rifiuti urbani con conseguenze sulla qualita’dei servizi e sui bilanci delle imprese”.

red-stt/sam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su