Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Introna (Puglia), bene ma ora non dimentichiamo piu’ deboli

colonna Sinistra
Giovedì 29 agosto 2013 - 15:51

Imu: Introna (Puglia), bene ma ora non dimentichiamo piu’ deboli

(ASCA) – Bari, 29 ago – ”Un provvedimento di forte valoresociale, attento alle famiglie, che alleggerisce la pressionefiscale sulle abitazioni e si fa carico della condizionedifficile dei cassintegrati e di quella ingiusta degliesodati”. Il presidente del Consiglio regionale della PugliaOnofrio Introna commenta in una nota le decisioni delConsiglio dei Ministri, ”che vengono incontro ad atteseprimarie di tanti italiani e pugliesi”.

”Con i provvedimenti sull’Imu e rinvenendo risorse per1,2 miliardi di euro complessivi destinate a categoriesvantaggiate di lavoratori, sono state fugate lepreoccupazioni dei piccoli proprietari e dei numerosicassintegrati ed ex dipendenti”.

Oltre a cancellare l’imposta sulla prima casa, il Governonazionale ha stanziato 500 milioni di euro per la cassaintegrazione in deroga e 700 milioni per salvaguardare i6.500 esodati, ”che l’attuazione della riforma Fornero avevaletteralmente dimenticato per strada – dichiara Introna -donne e uomini lasciati senza piu’ lavoro e senza ancorapensione, gettando in un autentico incubo migliaia dicittadine e cittadini senza colpe”.

”Per questo – osserva Introna – non possiamo che sentircitutti sollevati, rassicurati dal riconoscimento dellelegittime aspettative di lavoratori minacciati dallo spettrodella disoccupazione e di quelli gia’ transitati inquiescenza, che finalmente potranno ottenere il meritatotrattamento pensionistico, la loro unica fonte disostentamento”.

Il presidente del consiglio pugliese auspica chel’eliminazione dell’Imu sia il segnale di una fase dialleggerimento del carico fiscale, ”che com’e’ noto inItalia colpisce soprattutto i contribuenti a redditofisso”.

”Stipendi e salari non si toccano – conclude Introna – miauguro che il Governo voglia confermare l’attenzione al Paesereale, difendendo i redditi da lavoro. Allo stesso tempo,l’auspicio e’ che il sostegno ai lavoratori piu’ deboli, nondimentichi la difficile situazione in cui si trovano alcunecentinaia di ex dipendenti delle ex CCR di Bari. Anche conl’impegno della Giunta regionale, vanno reperite le risorseper restituire loro dignita’ e ”visibilita””.

red/mau/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su