Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Febbo (Abruzzo), significativo aiuto per ripresa settore agricolo

colonna Sinistra
Giovedì 29 agosto 2013 - 11:59

Imu: Febbo (Abruzzo), significativo aiuto per ripresa settore agricolo

(ASCA) – L’Aquila, 29 ago – ”Registriamo positivamentel’importante provvedimento del Governo che ha cancellatoanche l’Imu sui terreni e fabbricati agricoli, evitando cosi’un ulteriore aumento dell’imposizione fiscale ai danni di unsettore gia’ duramente colpito dalla crisi, dalla diminuzionedei consumi, dall’impennata dei prezzi del gasolio e dallaconcorrenza spietata della grande distribuzione”. Cosi’l’assessore alle Politiche agricole della Regione Abruzzo,Mauro Febbo, che aggiunge: ”Da sempre mi dichiaro contrarioe mi sono battuto per evitare la tassazione dei terreni efabbricati agricoli esprimendo le mie forti perplessita’,anche in qualita’ di coordinatore della cabina di regiapermanente degli Assessori all’Agricoltura delle Regionimeridionali, durante un incontro con il Ministro De Girolamoil 18 giugno scorso”. Febbo ritiene che ”il settoreprimario, fondamentale per la salute della nostra economia,non possa essere penalizzato con un ulteriore imposizionefiscale, perche’ gia’ appesantito da una serie di gravidifficolta’ che quotidianamente rendono difficoltosal’attivita’ degli agricoltori; basti pensare al costanterincaro dei prezzi del gasolio, che rappresenta una aumentodelle spese considerevole, alle difficolta’ dovute allaconcorrenza della grande distribuzione che si ripercuoteinevitabilmente sui prezzi dei prodotti, ad una crisi che haridotto i consumi e conseguentemente i redditi di un settoreche in Abruzzo, nonostante il periodo sfavorevole, riesce atenere, oppure non ultimo, all’aumento degli oneri contributiprevidenziali”.

”Non bisogna dimenticare inoltre – sempre l’Assessore – idanni che regolarmente sono causati dalle avverse condizionimetereologiche. Certo la strada per la ripresa non e’ agevolema evitare agli imprenditori agricoli una diminuzione dellerisorse a disposizione, riducendo i costi a loro carico,rappresenta sicuramente una boccata d’ossigeno che permettedi guardare al futuro con un pizzico di fiducia in piu”’.

Secondo Febbo ”e’ necessario in tal senso mettere in campointerventi decisi per il rilancio dello sviluppo e dellacompetitivita’ delle nostre aziende e di un settore da semprefondamentale per la crescita della nostra economia,soprattutto in vista della nuova programmazione”. ”Le sfideche l’agricoltura dovra’ affrontare sono tante – conclude – eper questo bisogna creare le condizioni migliori affinche’ lenostre produzioni e le nostre eccellenze possano continuare aprimeggiare sia sul mercato nazionale sia su quelliinternazionali”. iso/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su