Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Giustizia: Caliendo(Pdl), su circoscrizioni Cancellieri rispetti Camere

colonna Sinistra
Martedì 27 agosto 2013 - 11:12

Giustizia: Caliendo(Pdl), su circoscrizioni Cancellieri rispetti Camere

(ASCA) – Roma, 27 ago – ”Apprendo con stupore che ilministro della Giustizia intende applicare la riforma dellecircoscrizioni giudiziarie senza alcuna modifica”, dichiarail senatore del Pdl Giacomo Caliendo spiegando: ”Eppure ilGoverno aveva accolto, sia al Senato che alla Camera deiDeputati, ordini del giorno votati da una maggioranza piu’ampia di quella del Governo e che sollecitavano alcunecorrezioni indicate negli incontri convocati dal MinistroCancellieri. L’adesione all’invito del Ministro hadeterminato l’approvazione da parte della CommissioneGiustizia del Senato della proroga di un anno solo a ridossodella sospensione dei lavori. Il rapporto tra Parlamento eGoverno deve fondarsi sulla reciproca fiducia e non puo’ nonessere rispettata la disponibilita’ al confronto e allaricerca delle soluzioni piu’ idonee”. ”Non abbiamo mai appoggiate richieste di correzioniispirate da interessi campanilistici – aggiunge Caliendo – Miresta lo sconcerto e l’amarezza di veder fallire una riformache ho tenacemente perseguito da circa trenta anni e che,come sara’ applicata, produrra’ inefficienze, tempiprocessuali piu’ lunghi e maggiori costi. Si sostiene che icosti diminuiscono, ma non si calcolano quelli trasferitisugli enti locali e quelli che ricadranno direttamente suicittadini. Sono sufficienti poche correzioni che riguardanootto/nove Tribunali per migliorare l’efficienza complessiva egarantire, cosi’, il rispetto del principio della ragionevoledurata dei processi”. Il senatore del Pdl conclude quindi : ”Il Ministroricorda, poi, che potranno essere effettuati correttivi neiprossimi due anni. A prescindere dalla considerazione cherimane solo un anno per tali interventi (dal momento che ladata del 13 settembre 2013 e’ solo di efficacia di alcunedisposizioni entrate in vigore nel 2012 ) che difficilmentepotranno rimediare ai guasti che, nel frattempo, siprodurranno, tanto piu’ che, come concorda il Ministro,problemi di avvio della riforma non consentiranno di valutareappieno le disfunzioni. Percio’ confido ancora in unintervento risolutivo del Ministro Cancellieri”.

com/sgr/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su