Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • P.A.: Trigilia, nuova agenzia per spendere meglio 100 mld nuovi fondi Ue

colonna Sinistra
Lunedì 26 agosto 2013 - 20:01

P.A.: Trigilia, nuova agenzia per spendere meglio 100 mld nuovi fondi Ue

(ASCA) – Roma, 26 ago – La nuova ‘Agenzia per la coesioneterritoriale’ prevista dal pacchetto di norme sulla P.A.

approvato dal Consiglio dei ministri odierno ”sara’ unostrumento che contribuira’ a rafforzre la capacita’ dicoordinamento nazionale per un uso complessivo piu’ efficacedei fondi europei”. Lo ha detto il ministro per la Coesioneterritoriale, Carlo Trigilia, nella conferenza stampa altermine del Cdm, precisando che ”dobbiamo assolutamenteintervenire in vista del nuovo ciclo 2014-2020” dei fondiUe, per migliorare la capacita’ italiana di spendere risorsein arrivo ”per circa 100 miliardi di euro”, incluso ilcofinanziamento italiano, secondo quanto indicato dllMinistro.

Spiegando piu’ nel dettaglio il meccanismo approvato perla nuova agenzia, Trigilia ha spiegato che ”avra’ trefunzioni principali”.Una prima sara’ ”di monitoraggio esorveglianza sistematica dell’andamento dei programmioperativi sui quali sono impegnati i fondi, ed e’ unafunzione importante per poter intervenire in caso didifficolta’ o inadempienze”. La seconda funzione indicata daTrigilia per l’agenzia ”e’ l’attivita’ di sostegno alleautorita’ regionali e nazionali impegnate nella gestione deifondi, attraverso una formazione piu’ sistematica perpotenziare la capacita’ del personale amministrativo distesura e gestione di bandi pubblici”. In terzo luogo, ”incondizioni particolari e dettagliatamente pre-definite”, haspiegato il ministro per la Coesione territoriale,”l’agenzia puo’ assumere i compiti di gestione diretta diparticolari programmi operativi e farsi potere sostitutivorispetto all’autorita’ di gestione originaria che presentigravi inadempienze”.

Cosi’ facendo l’agenzia concepita dal governo ”dara’ unforte contributto, da punto di vista organizzativo, alrafforzamento della la capacita’ di coordinamento nazionaledell’uso dei fondi” ha indicato Trigilia, spiegando che”proprio l’assenza di coordinamento tra poteri centrali elocali e di una strategia chiara che ci indichi doveconcentrare le risorse e’ il problema che ci penalizza nelconfronto con altri grandi paesi”. In tale quadro, Trigilia ha precisato che la nascita dellanuova agenzia per la Coesione territoriale ”non vuol direritorno al neo centralismo, ma far lavorare meglio strutturecentrali e locali in un quadro meglio coordinato che consentaun utilizzo piu’ efficace di risorse importantissime per ilrilancio del paese, soprattutto del Mezzogiorno”.

stt/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su