Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pdl: vertice in corso da oltre 4 ore. A confronto ‘falchi’ e ‘colombe’

colonna Sinistra
Sabato 24 agosto 2013 - 18:11

Pdl: vertice in corso da oltre 4 ore. A confronto ‘falchi’ e ‘colombe’

(ASCA) – Roma, 24 ago – Ancora in corso da circa quattro oreil vertice del Pdl ad Arcore. Al centro dell’incontro ilfuturo del governo e su questo stanno dibattendo le due alidel partito, ‘colombe’ da una parte e ‘falchi’ dall’altra,chiamate a trovare una soluzione per la cosiddetta’agibilita’ politica’ dell’ex premier. La ‘data X’ resta il 9settembre, giorno in cui ci sara’ la prima riunione dellaGiunta delle Elezioni del Senato che dovra’ votare ladecadenza o meno di Silvio Berlusconi dopo la sentenza dellaCassazione che lo ha condannato a quattro anni di reclusioneper frode fiscale nell’ambito del processo Mediaset.

Tra gli altri, nella villa San Martino sono presenti,oltre al vicepremier Angelino Alfano, tutti i ministri Pdl:Gaetano Quagliariello, Maurizio Lupi, Nunzia De Girolamo,Beatrice Lorenzin. E poi i capigruppo di Camera e Senato,Renato Brunetta e Renato Schifani, i parlamentari MaurizioGasparri, Fabrizio Cicchitto, Barbara Saltamartini, MariaStella Gelmini, Daniele Capezzone, Denis Verdini, DanielaSantanche’, Sandro Bondi e l’avvocato dell’ex premierNiccolo’ Ghedini.

I ministri, annoverati tra le colombe del Pdl, sarebberopropensi ad andare avanti convinti che una crisi di governosarebbe incomprensibile per gli italiani. Tuttavia sarebberopronti a dimettersi se fosse Berlusconi a chiederlo. Alcentro dell’incontro la possibilita’ che Berlusconi inizi ascontare la pena svolgendo i servizi sociali per poi chiedereal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, un atto di clemenzadunque la grazia o la commutazione della pena. Piu’ durainvece l’ala dei falchi del partito, che vorrebbero sifacesse ostruzionismo su ogni singolo provvedimento chearrivera’ in Consiglio dei ministri cosi’ da mandare segnalidi rottura prima della riunione della Giunta del Senato,sperando cosi’ che il Pd ci ripensi e non voti la decadenzadi Berlusconi.

ceg/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su