Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Berlusconi: Gelmini, Colle si misuri ancora con situazione

colonna Sinistra
Lunedì 19 agosto 2013 - 18:41

Berlusconi: Gelmini, Colle si misuri ancora con situazione

(ASCA) – Roma,19 ago -”La vicenda su cui la giunta per leelezioni del Senato e’ chiamata a pronunciarsi non e’ cosa dipoco conto, in quanto interseca piu’ questioni e piu’ piani;e dunque anche per questo avrebbe bisogno di piu’ serenita’,piu’ tempo come ci ricordano oggi Cicchitto e Bruno, menoriflettori puntati addosso e meno pressionipolitico-mediatiche”. Lo afferma Maria Stella Gelmini, delPdl chiedendo a Giorgio Napolitrano di misurarsiulteriormente con questa ”grave situazione”. ”Innanzitutto, vi e’ il problema dellaincostituzionalita’ della legge Severino, poi quello dellasua retroattivita’. E, in ogni caso, vi e’ una questioneirrisolta nei rapporti tra poteri dello Stato. Da Capotosti,a Zanon, ad Onida: molti tra giuristi, membri del Csm ecostituzionalisti si sono espressi: le questioni sollevatesono cosi delicate da meritare una profonda riflessione eduna analisi compiuta. Sarebbe un grave errore liquidarefrettolosamente una vicenda cosi complessa. Meglio sarebbe sela Giunta potesse lavorare senza assilli concedendosi i tempigiusti per decidere, cosi da uscire con una soluzionegiuridicamente ineccepibile e politicamente di buonsenso.

Usare la Giunta come un’arma impropria – dice ancora Gelmini- come una clava o un piccone, con cui eliminare l’avversariopolitico non giova agli interessi del Paese e nuoce allastabilita’. In gioco non c’e’ il destino di un singoloindividuo, che pure sarebbe importante, ma ci sono questionidirimenti come la liberta’ e la democrazia, da cui un Paesecome l’Italia non puo’prescindere. L’agibilita’ politica diSilvio Berlusconi e la rappresentanza di oltre 9 milioni diitaliani vanno salvaguardati senza se e senza ma, a maggiorragione in un contesto nel quale ne va anche della stabilita’del governo Letta. Il muro contro muro, l’utilizzare in modopartitico la Giunta non serve a nessuno. Non serve nemmeno arisolvere i guai e le fibrillazioni interne al Pd. Proprioper questo gli estremisti del Partito Democratico sonodoppiamente miopi: pensano di chiudere vent’anni diberlusconismo, invece, continuando di questo passo, chiudonosolamente all’Italia la porta delle riforme e dellamodernita’. E concludo con un appello. Quasi tutti iparlamentari del Pdl hanno votato convintamente perNapolitano e non ne sono pentiti: certo, oggi occorre che ilpresidente Napolitano si misuri ulteriormente con la gravita’della situazione evitando che prevalgano gli estremismi dientrambi gli schieramenti”, conclude Gelmini.

com-ceg/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su