Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Imu: Brunetta, su stop prima casa Pdl vincera’ battaglia cittadini

colonna Sinistra
Sabato 17 agosto 2013 - 11:38

Imu: Brunetta, su stop prima casa Pdl vincera’ battaglia cittadini

(ASCA) – Roma, 17 ago – ”Lo stop all’Imu sulla prima casa esui terreni agricoli non dovrebbe essere la battagliapolitica del solo Popolo della liberta’. Dovrebbe essere unaposizione condivisa, di buon senso, un atto per ridarefiducia ai cittadini italiani, uno shock per riattivare unsettore in crisi come quello edilizio. Non si tratta solo diimpegni presi con gli elettori – sacrosanti, per carita’ -qui c’e’ in ballo il futuro del nostro Paese, e unariconciliazione tra lo Stato e i cittadini/contribuenti”. E’quanto scrive Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Cameradei deputati, in un intervento pubblicato da ”laDiscussione”.

Per l’ex ministro ”adesso e’ arrivato il momento diinvertire la rotta, e’ arrivato il momento di restituire ilmal torto, di dare un segnale chiaro al Paese. L’Imu sullaprima casa e sui terreni agricoli non si dovra’ pagare piu’,ne’ in questo 2013 ne’ per gli anni a venire, all’internodella riforma complessiva della tassazione sugli immobili cheil governo Letta si e’ impegnato ad approvare entro il 31agosto. Solo con una terapia d’urto di questo tipo si puo’finalmente invertire la rotta e innescare un circolo virtuosodi crescita. Una battaglia di civilta’ e di speranza che ilPopolo della liberta’ vincera’ non solo per i proprielettori, ma per tutti i cittadini italiani”.

”L’eliminazione dell’Imu sulla prima casa dal 2013 – haspiegato l’ex ministro – fara’ ripartire, da subito, ladomanda, i consumi, il mercato immobiliare e tutto l’indotto,anche con riferimento agli affitti. Noi siamo fermi su questopunto per precisi valori economici: l’economia puo’ ripartiresolo in un quadro di aspettative positive. Lberare,definitivamente, 4 miliardi con l’abolizione dell’Imu sullaprima casa e sui terreni agricoli aumenterebbe il redditodisponibile delle famiglie che, in un clima di fiducia,spenderanno di piu’, piuttosto che risparmiare a scopoprecauzionale, come avviene quando si ha incertezza o pauradel futuro”.

”Nel 2012 – ha aggiunto il presidente dei deputati delPdl – il governo dei tecnici di Monti ha chiesto aicontribuenti, con l’Imu, 20 miliardi per far fronte alladifficile situazione finanziaria. A consuntivo, invece, leentrate sono state pari a circa 24 miliardi, con unextragettito di 4 miliardi. A causa di questo orrendosacrificio chiesto alle famiglie italiane, sempre nel 2012,le compravendite immobiliari si sono ridotte del 23,7% (datiIstat; del 29,6% stando alle rilevazioni dell’Agenzia delTerritorio); i mutui del 39.5% (dati Cgia di Mestre); laproduzione nelle costruzioni e’ diminuita del 13,6% (datiIstat) e gli investimenti del 7,6% (dati Ance); le orelavorate in edilizia son diminuite del 13,8% (dati CasseEdili) e i posti di lavoro nel settore edile del 5% (datiAnce)”, ha concluso.

com-brm/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su