Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Berlusconi: Di Pietro, con grazia Colle complice, pronti a impeachment

colonna Sinistra
Mercoledì 14 agosto 2013 - 16:33

Berlusconi: Di Pietro, con grazia Colle complice, pronti a impeachment

(ASCA) – Roma, 14 ago – ”A nostro parere, se lei concedessela grazia al Cavaliere, potrebbero profilarsi gli elementiper chiedere l’impeachment per attentato alla Costituzione.

Noi non avremmo timore di fare questa denuncia ad alta vocein tutte le piazze”. Antonio Di Pietro, presidente onorariodell’Italia dei Valori, si rivolge cosi’ al capo dello Stato,Giorgio Napolitano, il giorno dopo la pubblicazione dellanota sull’opportunita’ di concedere la grazia a SilvioBerlusconi. ”Il nostro Paese continua ad essere ostaggio di Berlusconi -scrive Di Pietro sul suo blog – Infatti le priorita’ dellaclasse politica e le relative attivita’ non si concentranosulla ripresa economica, sul dramma dei disoccupati, sullepensioni da fame, sulla questione degli esodati, ma su cometrovare un salvacondotto al Cavaliere. L’irrituale messaggiodel presidente della Repubblica di ieri sera dimostra, ancorauna volta, come il sultano di Arcore tenga in scacco leistituzioni”. L’ex-magistrato prosegue: ”E’ pronto a far cadere ilgoverno se non gli verra’ concessa la grazia. La grazia vieneconcessa per motivi umanitari ed io, in questa situazione,non vedo questioni umanitarie. Anzi, considerando tutti iprocessi a suo carico, servirebbe una grazia al giorno, anziuna grazia ad personam. In un altro Paese neanche si porrebbeil problema ed un condannato per frode fiscale sarebbe gia’stato costretto alle dimissioni da tutti gli incarichipolitici e all’uscita di scena accompagnato dal pubblicoludibrio”. ”In Italia persino il Capo dello Stato si scomoda perrispondere su una domanda di grazia che non e’ neanche statapresentata in modo formale”, afferma Di Pietro, il quale poisi rivolge direttamente a Napolitano: ”Signor presidentedella Repubblica lei rappresenta l’unita’ della nazione ed e’il supremo garante della Carta, ed e’ proprio in nome di queivalori costituzionali che sono i pilastri del nostro sistemae ordinamento democratico che le chiediamo di non concederela grazia al pregiudicato Berlusconi. Oltre al fatto che nonesistono i requisiti, questo provvedimento sarebbe un’ontaincancellabile per il nostro Paese, un’offesa a tutti icittadini italiani e una macchia indelebile che finirebbe percoinvolgere la sua persona. Un vero e proprio schiaffo alloStato di diritto e alla nostra storia repubblicana. Nonvogliamo credere che lei si possa rendere complice di uncondannato per sottrarlo alle sue responsabilita’ penali. Anostro parere, se lei concedesse la grazia al Cavaliere,potrebbero profilarsi gli elementi per chiedere l’impeachmentper attentato alla Costituzione. Noi non avremmo timore difare questa denuncia ad alta voce in tutte le piazze. Ilnostro Paese, gia’ molto in basso nella considerazione degliosservatori stranieri, non si merita questo”. com/sgr/SS

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su