Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pdl: Augello, non serve ritirare fuori Forza Italia o Alleanza Nazionale

colonna Sinistra
Martedì 13 agosto 2013 - 13:01

Pdl: Augello, non serve ritirare fuori Forza Italia o Alleanza Nazionale

(ASCA) – Roma, 13 ago – ”Credo che sia veramente una figurainnovativa e al tempo stesso di continuita’, ma mi pare nonabbia una disponibilita’ cosi’ certa”. Lo ha affermato ilsenatore del Pdl Andrea Augello, intervistato da RadioRadicale sul futuro del Pdl e il nome di Marina Berlusconi. ”Dovremmo avere rispetto, visto il fardello cosi’importante che porta, e se dice che non ha intenzione discendere inc ampo dovremmo evitare di essere pubblicamenteinsistenti. E comunque credo sia importante ore concentrarsisu quali regole dobbiamo darci per definire questaleadership”, ha continuato Augello.

Augello, che e’ relatore della incompatibilita’ perBerlusconi in Giunta per le elezioni al Senato, ha spiegatoche ”sara’ Berlusconi a scegliere se presentare unamemoria.

Nella vicenda Molise (gia’ all’esame della Giunta), peresempio non ha presentato memorie”. Ma Berlusconi puo’ fareanche il leader senza stare in Parlamento, come Grillo?”L’esempio di Grillo non mi pare felice, visto che piu’ cheun leader di un partito occidentale mi sembra un caposciita.

Un Paese che avesse in Parlamento delle forze guidate da unimam non sarebbe modernissimo. Ovviamente anche se Berlusconinon dovesse rientrare in parlamento rimarrebbe centrale nelPdl. Esiste un vecchio principio che distingue l’autorita’dalla potesta’. L’autorita’ a Berlusconi rimarra’ fino a checampa”.

”La sentenza su Berlusconi e’ una sentenza definitiva, eva rispettata, ma e’ ovviamente criticabile, come tutte leopere dell’uomo. E’ una sentenza che ha una serie dicaratteristiche che la rendono quasi inspiegabile. Ildibattito sulla questione giustizia, e sulla necessita’ diriforme sulla giustizia, non e’ pero’ un dibattito suBerlusconi. Noi abbiamo perso molti voti – penso a Roma,citta’ amministrata dal Pdl, dove piu’ del 65 per cento dicoloro che hanno meno di 25 anni sono rimasti a casa. E inquesto senso l’idea di rititare fuori due vecchi partiticoetanei come An e Forza Italia e’ una idea che non mi piace.

Sarebbe come se negli anni ’70 si fosse ritirato fuori l’UomoQualunque. Il nome e’ l’ultimo dei problemi: noi siamo unpartito che ha quasi dimezzato i propri voti, e cheinnanzitutto deve pensare a come riprenderli, a ripensare icontinuti che ha espresso, e a regole per costruire unaleadership. Se non si discute degli errori che abbiamocommesso non andremo avanti”, ha concluso Augello.

com-ceg/red/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su