Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Napolitano: nessuna domanda di grazia indirizzata a me

colonna Sinistra
Martedì 13 agosto 2013 - 19:51

Napolitano: nessuna domanda di grazia indirizzata a me

(ASCA) – Roma, 13 ago – ”A proposito della sentenza passatain giudicato, va innanzi tutto ribadito che la normativavigente esclude che Silvio Berlusconi debba espiare incarcere la pena detentiva irrogatagli e sancisce precisealternative, che possono essere modulate tenendo conto delleesigenze del caso concreto”. Lo scrive in una nota ilpresidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

”In quanto ad attese alimentate nei miei confronti, vachiarito che nessuna domanda mi e’ stata indirizzata cuidovessi dare risposta”, sottolinea Napolitano.

”L’articolo 681 del Codice di Procedura Penale, – ricordaNapolitano – volto a regolare i provvedimenti di clemenza cheai sensi della Costituzione il Presidente della Repubblicapuo’ concedere, indica le modalita’ di presentazione dellarelativa domanda. La grazia o la commutazione della pena puo’essere concessa dal Presidente della Repubblica anche inassenza di domanda. Ma nell’esercizio di quel potere, di cuila Corte costituzionale con sentenza del 2006 gli haconfermato l’esclusiva titolarita’, il Capo dello Stato nonpuo’ prescindere da specifiche norme di legge, ne’ dallagiurisprudenza e dalle consuetudini costituzionali nonche’dalla prassi seguita in precedenza. E negli ultimi anni, nelconsiderare, accogliere o lasciar cadere sollecitazioni perprovvedimenti di grazia, si e’ sempre ritenuta essenziale lapresentazione di una domanda quale prevista dal gia’ citatoarticolo del C.p.p.. Ad ogni domanda in tal senso, tocca alPresidente della Repubblica far corrispondere un esameobbiettivo e rigoroso — sulla base dell’istruttoriacondotta dal Ministro della Giustizia — per verificare seemergano valutazioni e sussistano condizioni che senzatoccare la sostanza e la legittimita’ della sentenza passatain giudicato, possono motivare un eventuale atto di clemenzaindividuale che incida sull’esecuzione della penaprincipale”.

com-ceg/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su