Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Carceri: Berretta, provvedimento strutturale. Da’ gia’ suoi frutti

colonna Sinistra
Giovedì 8 agosto 2013 - 15:57

Carceri: Berretta, provvedimento strutturale. Da’ gia’ suoi frutti

(ASCA) – Roma, 8 ago – ”Non posso che esprimeresoddisfazione per il lavoro fatto in questi mesi che haportato al varo di un provvedimento strutturale che incentival’utilizzo della detenzione domiciliare, facilita larisocializzazione dei condannati attraverso il lavoro e simuove nella direzione di avere pene piu’ umane ma non perquesto meno rigorose e certe”. Lo afferma il sottosegretarioalla Giustizia, Giuseppe Berretta, dopo l’approvazionedefinitiva del decreto sull’esecuzione della pena. ”Il provvedimento varato influira’ in modo sostanzialesul drammatico sovraffollamento delle carceri. Le misureapprovate – spiega il sottosegretario alla Giustizia -rappresentano infatti un passo decisivo, non solo peraffrontare adeguatamente l’emergenza del sovraffollamentodelle carceri, ma anche per garantire una condanna cherispetti quanto prescritto dalla carta costituzionale in temadi umanita’ della pena”, ”Dai dati di cui dispone ilministero della Giustizia sugli ingressi dalla liberta’ negliistituti penitenziari risulta che, solo nel primo mese diapplicazione del decreto, circa 300 persone non sono entratein carcere – sottolinea Berretta – si tratta di una confermaalle stime ministeriali che avevano previsto un impattoimmediato e significativo sul sovraffollamentopenitenziario”.

Secondo Berretta, ”e’ stato raggiunto un punto diequilibrio tra le richieste di sicurezza dei cittadini el’obiettivo del reinserimento sociale delle persone che hannocommesso reati”. ”Il lavoro e’ stato individuato come lostrumento principale di rieducazione – aggiunge ilsottosegretario – molto significativo e’ l’ampliamento dellepossibilita’ di utilizzare, a titolo volontario e gratuito, idetenuti in lavori di pubblica utilita’ e inoltre sono statiaumentati gli sgravi contributivi ed il credito di impostaper chi assume i detenuti e gli ex detenuti”. ”Infine, sonostati confermati i compiti assegnati al commissariostraordinario del governo per le infrastrutture carcerarie,che potra’ continuare nelle sue attivita’ di manutenzionestraordinaria, ristrutturazione, completamento e ampliamentodelle strutture penitenziarie esistenti per aumentarne lacapienza”, ha concluso.

com-brm/lus/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su