Header Top
Logo
Lunedì 23 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sardegna/elezioni: per il Pd primarie sotto il sole d’agosto

colonna Sinistra
Venerdì 2 agosto 2013 - 14:09

Sardegna/elezioni: per il Pd primarie sotto il sole d’agosto

(ASCA) – Cagliari, 2 ago – Primarie del tutto inusuali per lacandidatura a presidente della Regione in Sardegna. Pd edalleati hanno infatti deciso di avviare il processo delleprimarie nel cuore del mese di agosto. Secondo il regolamentoprevisto per la coalizione, gli aspiranti candidatidovrebbero presentare le candidature il prossimo 8 agosto,raccogliere le firme sulle spiagge dell’isola nelle settimanesuccessive e presentarle il giorno 2 di settembre. Il votosulle candidature sarebbe rinviato poi al giorno delcompleanno di Bersani (e di Berlusconi), il 29 settembre.

Nonostante il curioso cronogramma (che non manca disollecitare interrogativi negli ambienti isolani circa lareale volonta’ di aprire la primarie al di la’ dei solitinoti), la platea dei pretendenti appare gia’ affollata. Dopola rinuncia di pezzi da novanta come l’ex governatore RenatoSoru, il segretario regionale e parlamentare del Pd, SilvioLai, l’on. Francesco Sanna, stretto collaboratore del premierEnrico Letta, appaiono pronti a misurarsi in quella chesembra una conta molto interna al sistema politico locale, ilpresidente della provincia di Nuoro, Roberto Deriu,l’eurodeputata Francesca Barracciu, il sindaco di Sassari,Gianfranco Ganau, esponenti del Pd, mentre per il Partitosocialista il candidato sarebbe Simone Atzeni, e Italia deivalori punterebbe sul costituzionalista Pietro Ciarlo.

Controversa la candidatura di Paolo Manichedda, provenientedal Partito sardo d’azione.

A sorpresa, il sottosegretario alla salute, Paolo Fadda(Pd), ha lanciato nelle scorse settimane il nome di unsacerdote, don Ettore Cannavera che, dal canto suo, in unaintervista all’Unione Sarda, ha ricordato di avere gia’ricevuto, a suo tempo, offerte di candidatura a Sindaco diCagliari ed a presidente della Provincia, senza, tuttavia,accoglierle.

Riserbo stretto, invece, sull’ipotesi che vorrebbeantagonista del governatore uscente, Cappellacci, l’esponentesindacale dei giornalisti Franco Siddi, segretario generaledella Federazione nazionale della stampa. Radicato aCagliari, Siddi, considerato esterno alla dinamica politicalocale, viene preconizzato da molti osservatori come risorsada spendere nell’occasione.

sat/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su