Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Dl Ilva: e’ legge dello Stato, arriva il commissario ambientale

colonna Sinistra
Giovedì 1 agosto 2013 - 15:12

Dl Ilva: e’ legge dello Stato, arriva il commissario ambientale

(ASCA) – Roma, 1 ago – Il decreto Ilva e’ stato approvatooggi in via definitiva dal Senato e ha lo scopo dichiarato ditutelare l’ambiente, la salute e il lavoro nell’eserciziod’imprese d’interesse strategico nazionale e prevede ilcommissariamento dell’acciaieria di Taranto, per la quale e’stato nominato commissario, Enrico Bondi e, sub-commissario,Edo Ronchi.

In generale il provvedimento stabilisce che il Consigliodei Ministri possa deliberare il commissariamento di impresed’interesse strategico nazionale, con almeno mille lavoratorisubordinati, la cui attivita’ produttiva comportioggettivamente pericoli gravi per l’integrita’ dell’ambientee della salute a causa dell’inosservanza reiteratadell’autorizzazione integrata ambientale. Il commissario, nominato per dodici mesi, prorogabili finoa trentasei, esercita i poteri degli organi diamministrazione d’impresa e predispone il piano industriale,che deve conformarsi al piano ambientale redatto da treesperti nominati dal Ministero dell’ambiente.

Il primo passaggio del decreto alla Camera ha vistol’approvazione di alcune modifiche che hanno introdottol’obbligo, nella procedura di commissariamento, del pareredelle Commissioni parlamentari, la possibilita’ di applicarele norme del decreto anche a un singolo stabilimento o ramod’azienda, l’attribuzione all’Istituto superiore per laprotezione e la ricerca ambientale (ISPRA) la competenza arilevare l’inosservanza delle prescrizioni contenutenell’autorizzazione integrata ambientale, la norma secondo laquale le somme sottoposte a sequestro penale e svincolate dalgiudice debbano essere destinate a interventi di bonifica.

Introdotti anche tre nuovi articoli: il 2-bis, che assegnauno stanziamento di ulteriori 90.000 euro per le attivita’ispettive dell’ISPRA, il 2-ter, che prevede per la RegionePuglia una deroga al patto di stabilita’ per gli interventidi risanamento ambientale e riqualificazione del territoriodella citta’ di Taranto, e il 2-quater, che pone fine allafigura del Garante dell’attuazione dell’Aia di Taranto. sgr/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su