Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Province: Verrengia, su tagli governi miopi e antidemocratici

colonna Sinistra
Lunedì 29 luglio 2013 - 14:32

Province: Verrengia, su tagli governi miopi e antidemocratici

(ASCA) – Roma, 29 lug – ”Il rischio ormai e’ evidente: perquanto concerne i tagli alle province il governo staproducendo una riforma dettata dall’ improvvisazione e da unagenerica e incontrollata spinta a tagliare enti territorialiimpugnando la scure li’ dove, invece, andrebbe fatta unariflessione razionale, preservando sia l’organicita’ delsistema delle autonomie locali che la partecipazione attivadei cittadini”. E’ quanto ha dichiarato in una nota EmilioVerrengia, segretario generale aggiunto dell’Aiccre evicepresidente del congresso dei poteri locali del consigliod’Europa (Cplre).

Per Verrengia, ”il governo sta operando in una quadro diillegittimita’: manca un quadro di riferimento certo: il ddlgovernativo interviene come se gia’ ci fosse una riformacostituzionale”. E’ incredibile, prosegue Verrengia, che”attraverso campagne politiche demagogiche e non sostenuteda fatti, di fronte alla moltiplicazione di comunita’,consorzi, enti, l’ente provincia sia divenuto il maleassoluto del Paese, la vittima sacrificale sull’altare deicosti della politica”.

Mentre in Europa l’Ente intermedio ha un ruolo forte evitale di programmazione territoriale, ”in Italia si pensaad aggravare i Comuni, gia’ in evidente crisi, di funzioniche non potranno assolvere”. ”Se venisse abolito l’Enteintermedio istituzionale, assisteremmo ad un proliferare disoggetti intermedi di tipo settoriale, peraltro referenti adambiti territoriali: questo genererebbe il caos, altro cherisparmio sui costi”. Le Province, afferma il dirigentedell’AICCRE, ”non sono il male del Paese: e’ il sistemadegli Enti locali nel suo complesso che va rivisto.

Ragioniamo su Comuni, Province e Regioni in termini ponderatie di organicita’. Fino ad oggi questo da parte degli ultimigoverni non si e’ visto: piuttosto si e’ pensato a proporredi tagliare per dare un contentino ai cittadini. Ma non e’certo questa la strada che conduce ad una Riforma di altoprofilo ed all’altezza dell’Europa”.

red/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su