Header Top
Logo
Sabato 22 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Grillo, colpo di Stato d’agosto contro la Costituzione

colonna Sinistra
Giovedì 25 luglio 2013 - 11:31

Riforme: Grillo, colpo di Stato d’agosto contro la Costituzione

(ASCA) – Roma, 25 lug – ”Il vero obiettivo di questo governoe’ la distruzione dell’impianto costituzionale per potercambiare le regole del gioco democratico e assicurare aipartiti il potere e la greppia di Stato”. Lo scrive BeppeGrillo sul suo blog in un post dal titolo ‘Colpo di Statod’agosto’.

”Per cambiare la Costituzione senza impedimenti da partedell’opposizione in Parlamento e senza il consenso deicittadini, che ne sono i veri custodi, – continua Grillo – ipartiti vogliono cambiare l’articolo 138, l’architrave. Inseguito, sara’ istituita una Bicamerale per rivedere laCostituzione con statisti del calibro di Berlusconi (o deisuoi servi, non fa differenza) e di D’Alema e degli altricaporioni del pdmenoelle. Per questo e’ nato il governo dilarghe intese che di tutto si preoccupa tranne che deiproblemi del Paese. Cosa dice l’articolo 138?. ‘Le leggi direvisione della Costituzione e le altre leggi costituzionalisono adottate da ciascuna Camera con due successivedeliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sonoapprovate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascunaCamera nella seconda votazione. Le leggi stesse sonosottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dallaloro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membridi una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigliregionali. La legge sottoposta a referendum non e’promulgata, se non e’ approvata dalla maggioranza dei votivalidi. Non si fa luogo a referendum se la legge e’ stataapprovata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere amaggioranza di due terzi dei suoi componenti”’. ”L’articolo138 – prosegue Grillo – e’ la barriera tra la Costituzione ei partiti. Impedisce che ne sia fatta carne da porco. Prevededue volte il voto delle Camere e un referendum popolare diconferma. I saggi, prima 10 e poi 40, di stretta osservanzagovernativa, solo pd, pdmenoelle e scelta civica, nessuno delM5S, stanno operando laboriosamente per spossessare ilParlamento delle sue (poche) prerogative. I colpi di Stato,come scrisse Curzio Malapart in Tecnica di colpo di Stato,quasi mai ricorrono alla violenza, di solito avvengono inmodo apparentemente legale, nel silenzio ovattato dellecosiddette istituzioni. Il cambiamento della Costituzionediscusso ieri in Commissione Affari Costituzionali in soli 55minuti per poter essere votato in aula, in tutta fretta, ilprimo di agosto, senza neppure la possibilita’ di emendarlo,con gli italiani in ferie e con la stampa e le televisioni diStato asservite e mute, e’ un colpo di Stato annunciato. E icolpi di Stato vanno combattuti, in nome della democrazia”.

ceg/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su