Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Partiti: Grasso, riduzione costi serve ed e’ nuovo patto con cittadini

colonna Sinistra
Mercoledì 24 luglio 2013 - 14:14

Partiti: Grasso, riduzione costi serve ed e’ nuovo patto con cittadini

(ASCA) – Roma, 24 lug – La riduzione dei costi della politica”ha un valore economico, senza dubbio, ma soprattutto ha unvalore simbolico non piu’ rinviabile. Significa stringere dinuovo un patto con i cittadini, mostrare la consapevolezzadella gravita’ della situazione economica. Non possiamocontinuare a chiedere sacrifici ai cittadini e non dare noiper primi l’esempio”. Lo afferma il presidente del SenatoPietro Grasso nel corso della cerimonia del Ventaglio.

Sui costi della politica, rileva Grasso, ”e’ gia’ indiscussione un disegno di legge che prevede di ripensare ilfinanziamento pubblico ai partiti, e che ieri il Governo hainteso salvaguardare dai troppi emendamenti in senso opposto.

Enrico Letta ha promesso che non si faranno passi indietro,il ministro Quagliarello che il Governo non intende rinviareulteriormente una modifica alle norme attuali. Mi sembranosegnali importanti”.

Il presidente del Senato ricorda poi come lui stesso abbiaaffrontato il tema della riduzione dei costi. ”Nel miopiccolo – dice Grasso – ho cercato di dare l’esempio:all’indomani della mia elezione a Presidente ho ridotto dellameta’ il mio compeso e il budget per il gabinetto delpresidente, con un risparmio annuo netto di 860 mila eurol’anno. Successivamente siamo intervenuti sul consiglio dipresidenza e i presidenti di commissioni, con un risparmio di4 milioni e 600 mila euro annui, il collegio dei questori haproceduto sulla strada della dematerializzazione degli attiparlamentari riducendo di tre quarti le stampe e risparmiandoaltri 2 milioni e 100 mila euro. Soprattutto – sottolinea -abbiamo avviato il confronto su una serie di misure dirazionalizzazione e contenimento delle spese, a partire dallaproroga del blocco automatico delle retribuzioni delpersonale, dal taglio delle indennita’ di ufficio, dal bloccodel turn over, da nuove tabelle retributive per i nuoviassunti e dall’integrazione di alcuni servizi con la Cameradei Deputati”.

fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su