Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Dl Fare: Misericordie, prestito a Croce rossa ingiustizia assoluta

colonna Sinistra
Martedì 23 luglio 2013 - 17:29

Dl Fare: Misericordie, prestito a Croce rossa ingiustizia assoluta

(ASCA) – Firenze, 23 lug – Le Misericordie d’Italia insorgonocontro ”l’assoluta ingiustizia” del prestito da 150 milionidi euro alla Croce Rossa inserito nel ”decreto del fare’ echiedono piuttosto di ”strutturare un fondo di 1,5 miliardidi euro per il sostegno finanziario al volontariato, allastesse condizioni della Croce Rossa”.

L’assegnazione rappresenta, secondo leMisericordie ”l’ennesimo pacchetto di soldi che lo Statoprende a noi cittadini per consentire ad un ente parastataledi riuscire a tappare i buchi di una gestione quantomenodeficitaria”.

Lo scrive il Presidente della Confederazione nazionaledelle Misericordie d’Italia, Roberto Trucchi, in una letteraaperta indirizzata al premier Letta, ai Ministri ed a tutti iParlamentari italiani. Anche le oltre 800 Misericordie ditutt’Italia faranno altrettanto, cercando di sensibilizzarein particolare gli eletti dei propri territori.

”Quello che poniamo alla Sua attenzione – prosegue lalettera – e’ la assoluta ingiustizia di un provvedimento che,ancora una volta, genera privilegi verso una sola sigladimenticando totalmente il lavoro prezioso che migliaia diassociazioni di volontariato compiono ogni giorno nei piu’vari campi del vivere civile, dalla sanita’ al sociale, daibeni culturali all’ambiente, dall’immigrazione allascuola,e  tanto altro ancora. Anche le nostre associazioni-prosegue la missiva- soffrono le difficolta’ della crisi. Edoggi molte si trovano persino a ‘far da banca allo Stato’,costrette a pagare interessi salati agli istituti di creditoper gli anticipi fatture di enti pubblici che allunganosempre piu’ il pagamento di quei servizi che esse stesse nonriescono piu’ a garantire alle proprie comunita’. Cosi’, inpratica, il volontariato si fa carico degli oneri finanziarianche per lo Stato… che oggi utilizza questi soldi perprestarli alla Croce Rossa! Oltre al danno, la beffa!”.

afe/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su