Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Dl Fare: Boccia (Pd), da M5S ostruzionismo vecchio con facce nuove

colonna Sinistra
Martedì 23 luglio 2013 - 17:26

Dl Fare: Boccia (Pd), da M5S ostruzionismo vecchio con facce nuove

(ASCA) – Roma, 23 lug – ”Parlano i fatti, gli atti, i votiche ci sono stati nelle commissioni congiunte Bilancio eAffari Costituzionali; quella del Movimento5Stelle sullafiducia, mi spiace, ma per il lavoro congiunto che c’e’ statoe’ pura ipocrisia politica. Hanno messo in atto un vecchioostruzionismo con volti giovani”. Lo dichiara a RadioRadicale il presidente della commissione bilancio dellaCamera e relatore del dl Fare, Francesco Boccia, del Pd, inreplica alle accuse del Movimento 5Stelle che giudica lafiducia posta oggi dal governo uno schiaffo al Parlamento.

”Penso che abbiano perso una grande occasione – spiegaBoccia – perche’ in commissione, come sanno bene ed e’dimostrato dagli atti parlamentari, abbiamo lavorato pertanti giorni e tre notti. Sono stati approvati oltre trentaemendamenti delle opposizioni, cosa che non ricordo sia maiavvenuta negli ultimi anni, su temi delicati e sensibili,penso alla giustizia civile, alle semplificazioniamministrative e fiscali, alle misure per la crescitasoprattutto sull’accesso al credito per imprese eprofessionisti, per non parlare delle norme sull’agendadigitale che modernizzeranno il Paese. E’ come se ci fosserodue M5S, quello che ha lavorato nelle commissioni, che hafatto accordi contribuendo a modificare i testi di legge eottenendo l’approvazione di 14 emendamenti, e quello che poiarriva in Aula e deve vendere al mercato della propagandaesterno un’altra idea di politica”.

”Tutti i Gruppi Parlamentari hanno dichiarato di esseredisposti a ritirare tutti gli emendamenti superfluiconcentrando il confronto in Aula, dopo due settimane dilavoro congiunto nelle commissioni, a non piu’ di 100emendamenti cosi’ come proposto dal Governo. Il M5S ha sceltodi non ritirare i 485 emendamenti che aveva presentato.

Questi sono i fatti”. ”Questa fiducia e’ stata messa mal volentieri dalGoverno, direi suo malgrado – dice ancora Boccia – ma eral’unica strada per fare andare avanti un provvedimento moltoatteso da imprese e cittadini. Da chi deve rateizzare lecartelle di Equitalia a chi aspetta il fondo di garanzia perl’accesso al credito, da chi chiede meccanismi piu’ sempliciper le mediazioni e le transazioni a chi da tempo attendepolitiche moderne per la digitalizzazione del Paese; el’accesso libero al WI FI ne rappresenta un primo verosimbolo”.

com-ceg/mau/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su