Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita’

colonna Sinistra
Venerdì 19 luglio 2013 - 09:13

Borsellino: Grasso, contro mafia servono riforme e impegno per legalita’

(ASCA) – Roma, 19 lug – ”Molti sono i successi ottenutinella lotta alla criminalita’ organizzata, molte le sfideancora da affrontare. Questo e’ il compito cui tutti noisiamo chiamati, questo l’impegno al quale dovremo tenere fedein nome delle promesse pronunciate dinanzi ai corpimartoriati di Paolo e di Giovanni”. Lo ha detto ilpresidente del Senato, Pietro Grasso commemorando nel 21esimoanniversario della loro uccisione, Paolo Borsellino e la suascorta, che ha aggiunto: ”Ieri, alla vigilia di questoanniversario, il Senato ha approvato all’unanimita’ la leggeistitutiva della Commissione Parlamentare Antimafia,riconoscendo l’urgenza di dare subito al Parlamentoun’importante strumento di indagine e di intervento. E’ unsegnale che accende la speranza che il Parlamento possa farela sua parte nella ricerca della verita’ e un, seppurpiccolo, significativo contributo alla memoria di Paolo”. ”A tutti noi, come membri di questa istituzionerappresentativa, spetta il compito di promuovere le riformenecessarie per dare al Paese concrete alternativeall’illegalita’ e alla sopraffazione. Solo se sapremo darerisposte concrete alle sfide che la lotta alla criminalita’ ela ricerca della verita’ ci pongono potremo dire di averonorato la memoria di Agostino Catalano, Emanuela Loi, EddieWalter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli e di PaoloBorsellino” ha proseguito Grasso.

La lotta alla mafia, ha ricordato il presidente delSenato, ”non puo’ essere solo una battaglia di ideali:dobbiamo intervenire sulle condizioni di sviluppo, sullacapacita’ dei territori di attrarre investimenti e risorseprofessionali, dobbiamo dare ai magistrati gli strumentitecnico giuridici e le risorse per combattere la mafia ancheattraverso la repressione dei reati correlati, a partire daquelli di corruzione, falso in bilancio, riciclaggio eautoriciclaggio. Dobbiamo sottrarre un’intera generazione diragazzi che non studiano e non lavorano alle lusinghe delcrimine e del potere”.

E’ questo, ha concluso Grasso, il modo giusto per dare unsenso al sacrificio di chi, come Borsellino e insieme a luiFalcone, ebbero con la loro azione ”il grande merito dicreare una rivoluzione culturale, di smuovere gli animi e lecoscienze di tutti coloro che non erano piu’ disposti adaccettare passivamente la presenza della mafia. I cittadiniiniziarono a capire che era necessario andare avanti nellalotta alla mafia, senza fermarsi di fronte alle intimidazionie alle paure”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su