Header Top
Logo
Venerdì 21 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Napolitano, se cade contraccolpi forse irrecuperabili

colonna Sinistra
Giovedì 18 luglio 2013 - 13:09

Governo: Napolitano, se cade contraccolpi forse irrecuperabili

(ASCA) – Roma, 18 lug – ”Si puo’ mettere a repentaglio la continuita’ di questo governo, impegnato in un programma di attivita’ ben definito, senza offrire pesanti ragioni ai piu’ malevoli e anche interessati critici e detrattori del nostro Paese, pronti a proclamare l’ingovernabilita’ e inaffidabilita’ dell’Italia?”. Se lo chiede il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, nel corso della cerimonia di consegna del Ventaglio organizzata dall’Associazione stampa parlamentare. ”I contraccolpi a nostro danno, nelle relazioni internazionali e nei mercati finanziari, verrebbero subito e potrebbero risultare irrecuperabli”, spiega Napolitano. Quindi, ”non ci si avventuri a creare vuoti, staccare la spina, per il rifiuto di prendere atto di cio’ che la realta’ politica post elettorale ha reso obbligato e per una ingiustificabile sottovalutazione delle conseguenze cui si esporrebbe il Paese”, avverte il capo dello Stato, che sembra cosi’ rispondere alle tensioni nella maggioranza scaturite dal caso Ablyazov. In questa fase delicata, ha spiegato infatti Napolitano, ”occorre sgombrare il campo da gravi motivi di imbarazzo e di discredito per lo Stato e dunque per il Paese, come quelli provocati dall’inaudita storia della precipitosa espulsione dall’Italia della madre Kazaka, della sua bambina, sulla base di una sedicente e distorsiva rappresentazione del caso, e di una pressione di interferenza, l’una e le altre inammissibili da parte di qualsiasi diplomatico straniero”. Nella vicenda il governo, prosegue Napolitano, ”ha opportunamente deciso innanzitutto di sanzionare comportamenti di funzionari titolari e delicati ruoli in materia di sicurezza, che hanno assunto decisioni non sottoposte al necessario vaglio dell’autorita’ politica e non fondate su verifiche e valutazioni rigorose”. int/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su