Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Kazakistan: Cancellieri, incarico ad Ispettorato per approfondimenti

colonna Sinistra
Mercoledì 17 luglio 2013 - 16:26

Kazakistan: Cancellieri, incarico ad Ispettorato per approfondimenti

(ASCA) – Roma, 17 lug – ”A seguito dell’operazione dipolizia del 29 maggio il personale della squadra mobile dellaQuestura di Roma, collocava temporaneamente” la piccola AluaAblyazov, figlia del dissidente kazako, ”come richiestodalla madre, presso l’abitazione di Casal Palocco affidandolaall’addetta alla casa, vista la temporanea assenza” delladonna precedentemente indicata come affidataria. Di cio’,come da prassi, ”e’ stata data preventiva comunicazione allaProcura della Repubblica presso il Tribunale dei minori. Aseguito della convalida del provvedimento di espulsione laminore veniva ricongiunta alla madre come previsto dalledisposizione contenute nel Testo unico sull’immigrazione”.

Cosi’ il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, haricostruito la vicenda dell’espulsione della moglie e dellafiglia del dissidente kazako Ablyasov, nel corso del questiontime nell’Aula di Montecitorio. In riferimento al procedimento svoltosi davanti al giudicedi pace, ”si rappresenta che dal verbale dell’udienza diconvalida dell’espulsione, tenutosi il 31 maggio presso ilCie di Ponte Galeria, non emerge che la signora Shalabayeva oun suo rappresentante legale abbiano formulato istanza diasilo politico, ovvero abbiano rappresentato problematiche ditipo umanitario e politiche connesse al rientro nel Paese dinazionalita’. Il giudice di pace – ha sottolineato ilministro – disponeva dunque la convalida dell’espulsione”.

”La Procura di Roma e’ intervenuta nel procedimento diespulsione esclusivamente con il rilascio del nulla osta ecio’ in quanto non venivano rilevate ragioni processualiostative derivanti dal procedimento penale aperto neiconfronti della Shalabayeva stessa per possesso di passaportodiplomatico ritenuto falso”. Per quel che riguarda lapresunta mancata di visione, ”da parte del giudice di pacedel documento in data 30 maggio”, in cui l’ambasciata kazakainformava la Questura che la signora Shalabayeva era inpossesso di due passaporti validi, ”rappresento che ho gia’richiesto all’Ispettorato generale di svolgereapprofondimenti preliminari in merito”, ha concluso ilministro Cancellieri.

brm/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su