Header Top
Logo
Sabato 29 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: via libera Cdm a ratifica Trattato Onu su commercio armi

colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2013 - 15:56

Governo: via libera Cdm a ratifica Trattato Onu su commercio armi

(ASCA) – Roma, 12 lug – Il Consiglio dei Ministri di questamattina a Palazzo Chigi ha dato il via libera, su propostadei ministri degli Affari Esteri, Emma Bonino, e dellaDifesa, Mario Mauro, al disegno di legge di ratifica edesecuzione del Trattato sul commercio delle armi ”Arms tradetreaty – ATT”, adottato nel marzo 2013 dall’AssembleaGenerale delle Nazioni unite e firmato il 2 aprile 2013. IlTrattato, frutto di un lungo e complesso impegno negozialeavviato in ambito ONU dal 2006, rappresenta un punto disvolta nella trattazione di una delicata problematicanell’ambito delle relazioni internazionali. ”Il commercio illecito e non regolamentato delle armi -sottolinea un comunicato di Palazzo Chigi – ha conseguenzedirette, non solo sulla sicurezza delle Nazioni, masoprattutto sul piano umanitario, sociale, ed economico. Ilcommercio illegale, o scarsamente regolamentato di armi nonconvenzionali, reca un pesantissimo costo in vite umane:stime internazionali fissano in piu’ di 740.000 le personeche ogni anno muoiono a causa delle violenze armate”. ”L’ATT – si legge ancora – risponde alla urgentenecessita’ di colmare le lacune del commercio nonregolamentato di armi convenzionali e di intensificare glisforzi volti al consolidamento della pace e dell’assistenzaumanitaria, perseguendo l’obiettivo di rendere il commercio,l’esportazione e il trasferimento delle predette armi piu’responsabili e trasparenti”. Nel comunicato viene ricordato come ”l’Italia, purdisponendo in materia di una delle normative piu’ avanzate alivello mondiale, ha svolto un ruolo importante in ogni fasedel negoziato per raggiungere, sul piano legislativo, ilmigliore risultato possibile. Con riferimento allacompatibilita’ del Trattato con la normativa europea,l’Italia, come gli altri Paesi membri, ha firmato l’ATTprevia autorizzazione del Consiglio europeo, il quale sta oraprocedendo all’elaborazione della decisione che autorizzera’gli Stati al deposito dello strumento di ratifica presso ilSegretariato generale delle Nazioni unite”.

com-brm/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su