Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • P.A.: Brunetta, da anticipo pagamenti shock da 8-9 miliardi su gettito

colonna Sinistra
Giovedì 4 luglio 2013 - 10:06

P.A.: Brunetta, da anticipo pagamenti shock da 8-9 miliardi su gettito

(ASCA) – Roma, 4 lug – La vera leva per rimettere in moto lacrescita c’e’ gia’, basta azionarla. La chiave e’ anticipareal secondo semestre 2013 tutto il plafond di pagamenti dellepubbliche amministrazioni alle imprese spalmato attualmentefino al 2014. L’effetto shock che potrebbe derivarne ”e’ unmaggior gettito per lo Stato di 8-9 miliardi tra Iva eimposte dirette e contributi sociali”. Cosi’ RenatoBrunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, inun’intervista a ”Il Sole 24 Ore”. ”Gia’ solo per la quota prevista nel 2013 – sottolineal’ex ministro – il governo ha stimato che dal pagamento deidebiti il Pil possa aumentare, nel 2013, dello 0,2 percento.

Se si anticipano anche i pagamenti della trancheoriginariamente prevista per il 2014 (altri 20 miliardi) ilPil potrebbe aumentare nel 2013 di ulteriori 0,3 punti, perun totale dello 0,5 per cento. Un aumento che produrrebbeeffetti positivi sul gettito dei principali tributi: 4miliardi sull’Iva, attraverso il riavvio del ciclo difatturazione, 4-5 miliardi su tributi diretti e contributisociali, per effetto della ripresa produttiva eoccupazionale. Un impatto totale di 8-9 miliardi di euro, alnetto di quanto gia’ contabilizzato nei tendenziali”. ”Non ci sono ostacoli a questa manovra. I pagamentirelativi a spese di parte corrente sono gia’ computati nelcalcolo del deficit. Solo le spese in conto capitale(investimenti) comportano un aumento dell’indebitamentonetto, dello 0,5% nel 2013, comunque gia’ concordato conl’Unione europea”. ”Il ministro dell’Economia ha indicato settembre come dataper avviare una possibile accelerazione? Sarebbe troppotardi. Saccomanni – afferma il presidente dei deputati delPdl – deve annunciare subito l’intenzione di anticipare ipagamenti nel 2013. E’ la mossa necessaria a migliorare leaspettative del sistema economico aumentando di conseguenza iconsumi, con riflessi positivi anche sulla produzione. Gliinterventi fin qui adottati su Imu, Iva, lavoro, sostegno alfinanziamento delle imprese, sebbene di per se’ positivi,sono tutti a rilascio lento, mentre la nostra propostagarantirebbe effetti immediati. E un ciclo virtuoso:riattivare subito il ciclo dei pagamenti dei proprifornitori; tornare a investire; ricominciare ad assumere”. ”Nella mozione presentata nei giorni scorsi abbiamochiesto che sia costituita una task force per monitorarel’attivita’ delle singole amministrazioni coinvolte nellaprocedura relativa ai pagamenti. Serve maggiore coordinamentotra ministeri ed altre amministrazioni: bisogna lavorarepancia a terra, anche a luglio ed agosto, per fornire tuttele informazioni con il massimo della trasparenza. Propongo diinserire in una white list oppure in una black list chiadempie agli obblighi di pagamento e chi invece risultaritardatario. La trasparenza, inoltre, avrebbe un notevoleeffetto indiretto. Se un’impresa viene pagata dalla Pubblicaamministrazione, anche un suo fornitore puo’ a sua voltaavere gioco facile nel chiedere di essere saldato. Come inpassato la ”conventio a non pagare’ ha agito negativamente,allo stesso modo la nuova ”conventio a pagare’ puo’innescare dinamiche positive”, conclude Brunetta. com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su