Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Zanda, accordi escludevano modifiche al ddl

colonna Sinistra
Venerdì 28 giugno 2013 - 09:27

Riforme: Zanda, accordi escludevano modifiche al ddl

(ASCA) – Roma, 28 giu – ”Noi diciamo subito che la giustiziae’ espressamente fuori dal perimetro delle riformecostituzionali. Il Titolo V della Costituzione era statoespressamente tralasciato nel ddl licenziato dal governo. Enon per caso. Questa e’ stata una decisione politica presa unconsiglio dei ministri dove siede il vicepremier AngelinoAlfano, che e’ il segretario del Pdl”.

Lo ha chiarito il capogruppo del Pd al Senato, Lugi Zanda,in un’intervista a La Stampa. Dalle pagine del quotidianotorinese Zanda ha spiegato che ”le riforme costituzionalivanno approvate a maggioranza larghissima. Sarebbe statoquantomeno opportuno che emendamenti di questa portatafossero stati preceduti da una riflessione comune”. Questonon implica che il tema giustizio vada affrontato perche”’ci sono urgenze assolute su cui intervenire”. Quanto altema dell’ineleggibilita” di Berlusconi, Zanda ha spiegatoche ”i senatori in Giunta si dovranno comportare secondocoscienza”.

brm/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su