Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Italia Futura, dove sono i riformisti? Serve piu’ coraggio

colonna Sinistra
Venerdì 28 giugno 2013 - 11:06

Lavoro: Italia Futura, dove sono i riformisti? Serve piu’ coraggio

(ASCA) – Roma, 28 giu – ”Il provvedimento varato dal governoitaliano e’ certamente un segnale importante nella lotta alladisoccupazione giovanile. Non e’ pero’ un cambio di passo ne’una cesura con il passato come ci si sarebbe aspettato da ungoverno di ”grande coalizione””. E’ quanto si leggenell’editoriale pubblicato sul sito di Italia Futura.

”Stride che nelle stesse ore il governo francese variimportanti e massicci provvedimenti per la formazione el’occupazione, sfruttando un sentiero di rientro piu’ morbidodai parametri europei del Fiscal compact; che il governoinglese imposti una manovra di spending review di grandespessore che taglia la spesa pubblica e destina risorse suinvestimenti produttivi. Ancora una volta le scelte dipolitica economica – prosegue l’editoriale -hannoprivilegiato la strada degli incentivi economici, certoimportanti ma i cui effetti sono molto incerti, dellaredistribuzione delle risorse comunitarie su moltepliciiniziative, della cui natura si dovrebbe discutereapprofonditamente, di un rinvio di tassazione con laprevisione di altra tassazione invece che di riorganizzazionedella spesa”.

”Ci si domanda dove erano le forze riformiste in questeore? Perche’ mai i riformisti o progressisti o liberali,insomma coloro che si definiscono come modernizzatori inaltri paesi avrebbero permesso la definizione di un pacchettolavoro come questo dove assenti sono anche i minimiinterventi di flessibilizzazione del mercato del lavoro,bloccati ancora una volta dalle forze piu’ conservatricidelle parti sociali, dove si sceglie la polverizzazione degliinterventi piuttosto che una strategia crash, dove sicontinua a insistere sulla distruzione crescente della classemedia, laddove si dovrebbe promuoverne le capacita’ edenergie. La politica – continua Italia Futura – sembra checontinui ad essere appaltata ad apprendisti stregoni o aresidui di alte burocrazie incapaci di vedere oltre ilbrevissimo periodo. La ”grande coalizione” deve servire ariformare con intelligenza il Paese e ad offrire una speranzaper il futuro, possibile solo con iniziative coraggiose”.

”La prossima volta si sveglino i riformisti dellamaggioranza e del governo e battano un colpo!!! Altrimentinon ci si dovra’ meravigliare di provvedimenti che sanno divecchio e di redistribuzione del xx secolo”, concludel’editoriale.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su