Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Caso Ruby: Csm, inaccettabile ipotizzare intenti persecutori

colonna Sinistra
Mercoledì 26 giugno 2013 - 18:38

Caso Ruby: Csm, inaccettabile ipotizzare intenti persecutori

+++Ripristinare clima di serenita’ e rispetto+++.

(ASCA) – Roma, 26 giu – Il Comitato di Presidenza delConsiglio Superiore della Magistratura (Csm) respinge leipotesi di intenti persecutori da parte dei magistrati nellasentenza sul Caso Ruby a carico di Silvio Berlusconi e invitaa recuperare un clima di rispetto.

”Il Comitato di Presidenza, ferme restando le eventualideterminazioni che il plenum del CSM riterra’ di assumere, inrelazione alle polemiche seguite alla sentenza del Tribunaledi Milano nei confronti del sen. Silvio Berlusconi ricorda-si legge in una nota- che il legittimo diritto di criticadei provvedimenti giurisdizionali non puo’ mai sconfinarenella mancanza di rispetto dell’istituzione giudiziaria .

Ogni censura dovrebbe sempre presupporre la conoscenza dellemotivazioni delle decisioni e incanalarsi anzitutto neirimedi endoprocessuali, specie quando si tratti di primogrado di giudizio. Non e’ superfluo ricordare il principiocostituzionale della presunzione di non colpevolezza finoalla sentenza definitiva, non disgiunto dal principiodell’eguaglianza di tutti i cittadini dinanzi alla legge edal principio della separazione dei poteri che attribuiscealla magistratura l’accertamento delle responsabilita’penali. Non e’ accettabile ipotizzare intenti persecutori daparte dei magistrati o far ricorso ad espressioniirrispettose nei confronti di chi, pronunciando sentenze, silimita a fare il proprio dovere . E’ auspicabile ripristinareun clima di serenita’ e di rispetto nei rapporti tra leistituzioni ad evitare che i cittadini traggano da eccessipolemici ragioni di ulteriore sfiducia verso lo Stato”.

min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su