Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: 12 parlamentari a Letta, un ministro che si occupi di famiglia

colonna Sinistra
Lunedì 24 giugno 2013 - 11:30

Governo: 12 parlamentari a Letta, un ministro che si occupi di famiglia

(ASCA) – Roma, 4 giu – Dodici parlamentari chiedono alpresidente del consiglio Enrico Letta visibilita’ politicaalla famiglia. ”Vorremmo che il presidente individuasse, frai suoi ministri, un delegato che si occupi di famiglia incontinuita’ e coerenza con il dettato costituzionale”afferma il deputato di Scelta Civica, ed ex presidentedell’associazione nazionale famiglie numerose, Mario Sberna,primo firmatario di una interrogazione a risposta orale. Conlui hanno firmato l’interrogazione i colleghi centristi GianLuigi Gigli, Federico Fauttilli, Paola Binetti, RoccoButtiglione, Lorenzo Cesa, gli esponenti del Pd ErnestoPreziosi, Giorgio Zanin, Angelo Senaldi, Edoardo Patriarca equelli del Pdl Raffaello Vignali e Raffaele Calabro’.

Secondo i firmatari dell’interrogazione ”il dettato dellaCarta Costituzionale (articoli 29, 30, 31) non e’ ancorasufficientemente applicato. I padri costituenti a suo tempofecero una chiara opzione di valore puntando sulla famigliacome fattore fondativo della societa’ e dellaricostruzione”. Al governo di larghe intese ”e’ offerta unaopportunita’ straordinaria: prendere iniziative forti econdivise a favore della famiglia. Le questioni sul tappetosono: l’adozione del fattore famiglia, il potenziamento delpatto intergenerazionale, la revisione dell’Isee, nuove formedi conciliazione tra i tempi da dedicare al lavoro e quellida dedicare alla famiglia, il riconoscimento e lavalorizzazione del servizio offerto dalle donne ai bambini,ai disabili, agli anziani, ai malati cronici”.

I parlamentari pongono anche alcune questioni pratiche:”La presidenza del consiglio e’ gia’ dotata di uno specificodipartimento, che dovrebbe occuparsi essenzialmentedell’applicazione del Piano nazionale della famiglia,approvato dopo un lungo lavoro di sintesi ed una conferenzanazionale”. Di qui la richiesta: ”se il presidente delconsiglio dei ministri non ”ritenga necessario attivare unaespressa attenzione alla famiglia, conferendole visibilita’politica individuando, fra i suoi ministri, un delegato chesi occupi di famiglia”. com-brm/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su