Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Carceri: Marazziti (SC), amnistia non e’ brutta parola. E’ necessita’

colonna Sinistra
Lunedì 24 giugno 2013 - 15:30

Carceri: Marazziti (SC), amnistia non e’ brutta parola. E’ necessita’

(ASCA) – Roma, 24 giu – ”Amnistia non e’ una brutta parola ouna scorciatoia: e’ una necessita’. Questo ddl e’ un primopasso per far ritornare il nostro paese normale e civile.

Occorre trovare in Parlamento un consenso largo per approvareun provvedimento di clemenza che permetta, assieme ainterventi organici, di cui questo e’ il primo, ditrasformare la patologia italiana in fisiologia. La messaalla prova, l’audizione anticipata del reo da parte delgiudice puo’ riassorbire il patetico fenomeno conosciuto come”porte girevoli’. Ma occorre anche rimuovere quegli ostacoliche non permettono alle donne-madri di scontare la pena con ipropri figli fino al decimo anno di eta’ fuori dal carcere incase famiglia gestite dagli enti locali”. Lo ha affermatonell’Aula di Montecitorio il deputato di Scelta Civica MarioMarazziti, durante la discussione del ddl in materia di penedetentive non carcerarie e disposizioni in materia disospensione del procedimento con messa alla prova neiconfronti degli irreperibili. ”L’Italia – ha sottolineato Marazziti – e’ un paeseleader nella lotta alla pena di morte, ma c’e’ una penacapitale all’italiana, reale e terribile, testimoniata dalnumero di suicidi in carcere che, in un sistema orientato alrecupero e all’emenda, dovrebbe essere solo l’extrema ratiodell’intervento punitivo. Non e’ dunque sovversivo, maragionevole, il fatto che lo Stato abbandoni una fallimentarepolitica meramente ”segregativa-assistenzialistica’ deldetenuto, lasciando agli enti locali e al privato-sociale, inpiena attuazione del principio di sussidiarieta’, il compitodi un intervento piu’ capillare che possa investire in modocostruttivo nel rapporto con i detenuti”. com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su