Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Piemonte: Cota, vogliono mettermi con le spalle al muro ma mi ribello

colonna Sinistra
Venerdì 21 giugno 2013 - 13:18

Piemonte: Cota, vogliono mettermi con le spalle al muro ma mi ribello

(ASCA) – Torino, 21 giu – ”Vogliono mettermi con le spalleal muro ma io mi ribello”. E’ quanto ha sostenuto ilpresidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, a propostitodella vicenda sull’extradebito sanitario della Regione. IlPiemonte dovrebbe infatti restituire entro quest’anno 865milioni ”ma la partita non e’ ancora chiusa.

Voglio trattare ancora” – ha detto Cota a margine dellapresentazione del Rapporto Ires 2013 – riferendosi allapossibilita’ di ottenere una dilazione della restituzione euno slittamento dell’aumento dell’addizionale Irpef. Cota hadetto di aver registrato da parte del governo dopo l’incontrodei giorni scorsi ”un gesto di attenzione” con laconcessione di un anticipo di 200 milioni. ”Non sono andatoa Roma a fare l’accattone – ha detto Cota in riferimento alsuo incontro con il ministro dell’Economia, FabrizioSaccomanni – ma a dire che il Piemonte non ce la fa piu’ asubire ulteriori tagli. Aumentare la pressione fiscale non e’un giochetto. Il vaso e’ colmo – ha aggiunto riferendosiall’ipotesi di aumentare l’addizionale Irpef gia’ quest’annoproprio per far fronte al rientro dell’extradebito sanitario-. Chiedo un incontro con il presidente del Consiglio – haaggiunto Cota – e chiedero’ ai parlamentari piemontesi divenire con me cosi’ come il sindaco di Torino, Piero Fassino.

Non ho manie di protagonismo”. In questa direzione Cota haannunciato un incontro propedeutico con i parlamentaripiemontesi per il prossimo 28 giugno sulle cose da fare per’l’Agenda Piemonte’ alla luce dei tagli ai finanziamenti perla Tav e per il Terzo valico.

eg/res/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su