Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Turismo: personale, oggi alla Camera decretato de profundis settore

colonna Sinistra
Giovedì 20 giugno 2013 - 19:02

Turismo: personale, oggi alla Camera decretato de profundis settore

(ASCA) – Roma, 20 giu – ”Oggi alla Camera dei Deputati e’stato decretato lo stato di abbandono e di coma profondo peril Turismo italiano. Si riparlera’ di interventi nel settorea favore di enti, operatori e imprese, forse, nel 2014”. E’quanto si legge in una nota del personale dell’ufficio per lepolitiche del turismo della presidenza del consiglio deiministri.

”Nel corso del dibattito per la conversione in legge delcosiddetto ‘decreto Piombino’ i deputati si erano resiinfatti conto – si sostiene nella nota – che l’emendamentoinserito al Senato e che prevede l’immediato trasferimento difunzioni in materia di turismo al Ministero per i beni e leattivita’ culturali, di fatto blocchera’ per mesi e mesiqualsiasi intervento a favore del settore: circa 200 milionidi euro che in questo momento di gravi difficolta’ per ilnostro Paese, sarebbe stato essenziale destinareimmediatamente agli operatori e alle imprese. Ma il Governo,sordo anche a quanto espresso dal Comitato di legislazionedella Camera, che chiedeva di escludere dal provvedimentooriginario le prescrizioni in materia di turismo per evitarnel’illegittimita’ (materia diversa e mancanza di necessita’ eurgenza), ha deciso ugualmente di porre la questione difiducia sull’intero decreto e non solo sulla parte’Piombino’. In estrema sintesi quindi il Governo – concludela nota – ha deciso che il turismo puo’ fare a meno diutilizzare le risorse che sarebbero disponibili nel bilanciodella Presidenza del Consiglio dei Ministri e ha decisoaltresi’ di non tener conto delle prescrizioni della CorteCostituzionale e dei moniti del Presidente della Repubblica,che hanno piu’ volte invitato i legislatori a non inserirenorme estranee al titolo e al contenuto nei decreti legge,pena la possibile decadenza dell’intero provvedimento”. red/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su