Header Top
Logo
Mercoledì 22 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola: Carrozza, l’esame di maturita’ va ripensato

colonna Sinistra
Martedì 18 giugno 2013 - 10:20

Scuola: Carrozza, l’esame di maturita’ va ripensato

(ASCA) – Roma, 18 giu – ”Occorre ripensare l’esame dimaturita’ e gli ultimi due anni delle scuole superiori infunzione dell’orientamento sul futuro. Si deve studiare perl’esame ma anche pensare a cosa si studiera’ e dove silavorera’ dopo”. Cosi’ il ministro dell’istruzione edell’Universita’ Maria Chiara Carrozza, intervistata da RadioCapital, alla vigilia dell’esame di maturita’, parla dei suoiprogetti di riforma della scuola, spiegando che ”l’esamedeve essere sempre impegnativo, senno’ non ha senso farlo, manon ci si deve concentrare solo sull’esame. Gli studenti sidevono allenare a misurare le proprie capacita’ e le proprieinclinazioni. Questo si deve fare sicuramente con deglistage, dei tirocini nel mondo del lavoro, negli ultimi dueanni delle superiori, soprattutto per quanto riguarda glistudenti degli istituti professionali. Devono misurarsi percapire dove vogliono andare, perche’ oggi siamo pocoefficienti, i ragazzi impiegano piu’ anni di quelli chedovrebbero per il percorso universitario e questo non vabene. Si deve scegliere bene prima e la scuola deve dare glistrumenti”. Sui test di ingresso all’universita’ il ministro Carrozzaspiega che ”e’ stata istituita una commissione e stiamo perallargarla ai rappresentanti degli studenti. Vorremmo darepiu’ valore al curriculum scolastico, anche se e’ difficileusare formule statistiche. Il test comunque resta la partefondamentale”. Ma qual e’ la laurea migliore per poi trovarelavoro? ”Si deve studiare cio’ che piace e farlo bene -risponde il Ministro – e i ragazzi vanno aiutati nelle loroscelte. Noi non educhiamo abbastanza gli studenti a compierequeste scelte e non e’ un problema di sbarramento o di essereseveri solo per essere severi. Il test serveall’autovalutazione”. A proposito del bullismo e del cyberbullismo a scuola, MariaChiara Carrozza sostiene che e’ necessario ”investire dipiu’ nella formazione degli insegnanti per aiutare i ragazzia usare i social network come strumenti che hanno unpotenziale enorme. I ragazzi non capiscono quanto siespongano scrivendo cose su loro stessi e sugli altri, sonocose che hanno un impatto sociale e antropologico enorme. Lascuola deve insegnare la convivenza, l’integrazione, ilrispetto. In questo gli insegnanti sono fondamentali”. Tornando sul decreto del fare approvato dal Governo ilMinistro spiega che ”i 100 milioni stanziati per l’ediliziascolastica sono disponibili da subito e che i lavoripartiranno nei prossimi mesi, sulla base di un piano cheverra’ concordato con le Regioni e gli altri enti localiproprietari degli edifici. ma sono molti attori in gioco, iosono per una semplificazione di questo processo che e’ fintroppo lungo. Dobbiamo essere piu’ efficienti nell’impiegodelle risorse, e’ un aspetto che va migliorato, dobbiamoessere capaci di spendere i fondi in poco tempo”. L’altroaspetto del decreto riguarda lo sblocco del turno over neglienti di ricerca e nell’Universita’: ”si passa dal 20 al 50%di sostituzione, questo dara’ respiro ai centri di ricercache sono il nostro fiore all’occhiello, oltre cheall’Universita’. Finora si poteva assumere una persona quandoin cinque andavano in pensione. Ora si passa a una assunzioneogni due uscite”.

res/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su