Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Schifani, inopportuna procedura urgenza. Ok per responsabilita’

colonna Sinistra
Giovedì 13 giugno 2013 - 10:52

Riforme: Schifani, inopportuna procedura urgenza. Ok per responsabilita’

(ASCA) – Roma, 13 giu – ”La procedura d’urgenza sulla leggecostituzionale per far partire il processo riformatore e’inopportuna. Suona come una sorta di sfiducia del governoverso il Parlamento. L’approveremo per senso diresponsabilita’ e perche’ siamo consapevoli e convinti che lariforma della Costituzione e’ indispensabile al Paese chedeve potere contare su istituzioni capaci di dare risposteimmediate nel contesto di globalizzazione che le impone. Senon riformiamo il Paese avremo fallito tutti in questalegislatura”. Lo ha sostenuto il presidente dei senatori delPopolo della Liberta’, Renato Schifani, intervenendo nelcorso del dibattito sulla procedura d’urgenza richiesta dalgoverno sul disegno di legge costituzionale che modifical’articolo 138 della Costituzione. ”Noi abbiamo fiducia del governo – ha aggiunto Schifani-lo abbiamo votato e lo appoggeremo con lealta’ ma abbiamo ilsospetto che il governo non ne abbia altrettanta neiconfronti del Parlamento. Indicare nella legge costituzionaleche ci accingiamo a discutere ed approvare un termineperentorio di 18 mesi per la conclusione del processoriformatore potrebbe essere percepito come una sorta dicommissariamento del Parlamento, una lesione della suaautonomia e indipendenza. Fuori dal Parlamento, si e’ avviatoun dibattito astratto, da parte di persone esterne, le qualidibattono, ad esempio, su cosa dovra’ essere il Senato e nonsi comprende bene se esse avranno il compito di redigere untesto legislativo e se il governo lo adottera’. Vogliamo quiribadire che gli eletti sono i senatori ed i deputati chehanno la forza anche di autoriformarsi e che questo ruolospetta esclusivamente a loro. Dobbiamo sgombrare il campo daquesti sospetti e ragionare insieme mentre ribadiamo, comePopolo della Liberta’, che il nostro impegno e’ di concludereil processo riformatore ancor prima dei diciotto mesiauspicati”.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su