Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Cultura: Orsoni a Bray, confronto su riforma fondazioni liriche

colonna Sinistra
Giovedì 13 giugno 2013 - 16:38

Cultura: Orsoni a Bray, confronto su riforma fondazioni liriche

(ASCA) – Roma, 13 giu – ”’Un incontro per poter avviare unconfronto sulla riforma delle Fondazionilirico-sinfoniche”.

E’ questa la richiesta contenuta nella lettera che ilCoordinatore Anci dei Sindaci delle Citta’ Metropolitane,Giorgio Orsoni ha inviato al Ministro per i bene e leattivita’ culturali, Massimo Bray.

Dopo aver ricordato al Ministro che ”’il sistema delleFondazioni lirico-sinfoniche italiane e’ da tempo in unasituazione di grave difficolta”’, Orsoni evidenzia che”’l’effetto congiunto dei tagli continui ai contributistatali, della impossibilita’ degli enti territoriali, per inoti problemi finanziari, a mantenere le loro quote, digestioni non sempre improntate a criteri di efficienza e deifrequenti commissariamenti ha prodotto una crisi che rischiadi mettere in ginocchio un settore strategico per laproduzione culturale nazionale, peraltro molto apprezzatoanche oltre confine”.

”’Appare dunque non piu’ rimandabile – aggiunge – la messain campo di una strategia di riforma complessiva del sistema,capace di rilanciare le Fondazioni, consentendogli disvolgere al meglio il loro ruolo prezioso e insostituibileper la cultura nazionale, come da tempo richiesto dai Comunie dalle Regioni”.

E proprio riferendosi alla riforma del sistema Orsoniriferisce al ministro delle perplessita’, gia’ espressedall’Anci in sede di Conferenza Unificata, sullo ”Schema diDpr che emana un regolamento recante nuovo assettoordinamentale e organizzativo delle fondazionilirico-sinfoniche’.

”’Il Decreto in esame – sottolinea il rappresentante Anci -che arriva dopo una controversa e non condivisa miniriformadelle Fondazioni ”speciali’, che il Mibac ha considerato diparticolare interesse culturale, pare muoversi principalmentein una logica di mera razionalizzazioneeconomico-finanziaria, con una attenzione insufficiente alrilancio del sistema delle Fondazioni e, anzi, con il rischioconcreto di produrre il ”declassamento’ di alcune diesse”.

Da qui la richiesta di avviare un confronto sulla riformadelle Fondazioni segnalando anche ”’la problematicita’ di unintervento sulle Fondazioni lirico-sinfoniche parziale edecontestualizzato, non inserito cioe’ all’interno di unariforma piu’ complessiva dello spettacolo dal vivo e del suosistema di finanziamento”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su