Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

colonna Sinistra
Martedì 11 giugno 2013 - 12:06

Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

(ASCA) – Roma, 11 giu – La protezione dei dati personali ”e’divenuto uno degli argomenti cruciali dell’epoca moderna” edha generato, nel nostro Paese ma non solo, studi, ricerche,iniziative legislative sull’atto ”ormai entrato tra leattivita’ quotidiane di ognuno di noi”, cioe’ ”concedere omeno l’autorizzazione all’uso dei propri dati personali”. Unlavoro che ”ha avuto la possibilita’ di fondarsi su unaCarta costituzionale che, benche’ redatta in tutt’altraepoca, prevede in modo anche in questo caso lungimirante latutela della riservatezza del domicilio e dellacorrispondenza”. Lo afferma la Presidente della Camera LauraBoldrini intervenendo alla presentazione della relazioneannuale sull’attivita’ del Garante per la protezione dei datipersonali.

Nel momento in cui Facebook ”festeggia il miliardo di’amici’ – nota Boldrini – ciascuno di noi ha bisogno disapere che fine facciano e come vengano conservate le tracceche lasciamo sul web, nell’uso delle carte di credito,passando davanti alle telecamere di sicurezza disseminatelungo le strade delle nostre citta”’. La presidente dellaCamera non ha dubbi, ”chi raccoglie dati su persone ignaredi quella raccolta gode di una rendita informativa e di unpotere che limita la liberta’ dei piu’ deboli. Ma – continuaBoldrini – grazie alla legislazione italiana dell’ultimoscorcio del XX secolo, non simo piu’ disarmati dinanzi allebanche dati di grandi burocrazie pubbliche, di file delleimprese commerciali e alle schedature di qualche personaggiodisinvolto”. Questa protezione, aggiunge, ”e’ ulteriormenterafforzata dalla Carta di Nizza del 2000 – la Carta deidiritti fondamantali dell’Unione europea – che anch’essariconosce il diritto alla vita privata e famigliare e allaprotezione dei dati personali”.

In questa chiave, rileva Boldrini, si collocal’istituzione del Garante dei dati personali, che ”hagrandemente contribuito a sensibilizzare amministrazionipubbliche e operatori privati sull’importanza di lasciare lascelta e il consenso sul trattamento dei dati alla personastessa”.

fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su