Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Roma/comunali: Marino e’ il nuovo sindaco, ”La citta’ puo’ rinascere”

colonna Sinistra
Lunedì 10 giugno 2013 - 18:43

Roma/comunali: Marino e’ il nuovo sindaco, ”La citta’ puo’ rinascere”

Il candidato del centrosinistra al ballottaggio ottiene il64%. Alemanno: ”Accettiamo la sconfitta, ma nonscompariremo”.
”(ASCA) – Roma, 10 giu – Al termine dello scrutinio di tuttele 2600 sezioni, il candidato del centrosinistra, esponentedel Partito democratico, Ignazio Marino, ha vinto ilballottaggio con il 63,93% dei voti, pari a 664.490preferenze, battendo il sindaco di centrodestra uscente,Gianni Alemanno, che si e’ fermato al 36,07% dei voti,corrispondenti a 374.883 preferenze.

”Potete immaginare come sono emozionato perche’ mi rendoconto della responsabilita’ che la citta’ da questo momentomi consegna”, ha detto Marino nel suo primo saluto daSindaco della Capitale a Piazza di Pietra, al Tempio diAdriano. ”Spero che Roma nei prossimi anni possa essereorgogliosa di me” ha aggiunto ringraziando tutti i suoicollaboratori. ”Ognuno di noi e’ cittadino di Roma e puo’partecipare a rinascita della citta”’. ”Accettiamo la sconfitta, facciamo i nostri complimenti aMarino, ma avvertiamo tutti: non abbiamo nessuna intenzionedi scomparire da questa citta’ e rilanceremo e rigenereremocon forza quella che e’ la nostra presenza”.

Gianni Alemanno lascia il Campidoglio sconfitto da IgnazioMarino, ma lancia questo avvertimento dopo aver ringraziatotutti, dai suoi elettori al suo staff, al suo Comitato:”Ringrazio tutti gli elettori che nonostante una campagnaelettorale molto difficile hanno deciso di andare a votare”ha detto, sottolineando che la campagna ”non e’ bastata perriannodare questo rapporto tra i romani cittadini e lapolitica”. E l’astensionismo e’ il dato posto in evidenzadal Sindaco uscente. ”E’ evidente – ha detto – chel’influenza dell’astensionismo e’ stata molto netta. Grossomodo – ha aggiunto – il numero di persone che hanno votatoper me al ballottaggio e’ lo stesso del primo turno, anzi e’leggermente aumentato e quindi questo e’ il segno di unadisaffezione alla politica con cui dobbiamo fare i conti”. Una disaffezione che, per Alemanno, non deve preoccupare soloa livello locale ma anche nazionale. ”C’e’ un datocomplessivo del centrodestra che non pare essere positivoquindi credo che la riflessione debba essere ampia, perche’dal punto di vista amministrativo con Roma il centrodestraperde l’ultimo sindaco importante che aveva in Italia”.

Quindi la riflessione va fatta non solo su Roma, ma anche alivello nazionale ”per comprendere quali risposte dare” haspiegato Alemanno. Resta comunque la presa d’atto di unasconfitta che Alemanno dice di aver ”accettato’ nel segnodella massima lealta’ e correttezza nei confronti del suoavversario. ”Ho appena telefonato a Ignazio Marinofacendogli le mie congratulazioni sul piano elettorale” hatenuto a precisare Alemanno, spiegando di essersi messo ”adisposizione per tutto quello che e’ necessario per unordinato passaggio di consegne. Massima lealta’ e correttezzaistituzionale quindi. Il risultato e’ netto” ha ammesso l’exsindaco di Roma. red/int

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su