Header Top
Logo
Domenica 23 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Falso in bilancio: Brunetta a D’Alia, no a ritorno vecchia legge

colonna Sinistra
Lunedì 10 giugno 2013 - 13:48

Falso in bilancio: Brunetta a D’Alia, no a ritorno vecchia legge

(ASCA) – Roma, 10 giu – Renato Brunetta, presidente deideputati del Pdl, replica al ministro D’Alia favorevole alripristinare le sanzioni penali per il reato di falso inbilancio. ”In un’intervista a ”La Stampa’ il ministro per laPubblica amministrazione e la semplificazione, GianpieroD’Alia, torna a porre il tema della legge sul falso inbilancio lasciando intendere -dice Brunetta- che sianecessario ritornare alle vecchie leggi fasciste. Ilministro, a questo proposito, parla di ”colpi di spugnasulla disciplina dei reati societari’. Poi aggiunge che abreve fara’ partire una ”task force’ per garantire celerita’alla legge”. ”Quella di D’Alia -sostiene Brunetta- e’ una posizionepoco comprensibile. Sarebbe bene che il ministro chiarisca ilsuo pensiero. Dell’attuazione di quale legge parla? Se il ministro intendeaccelerare sulla legge per la trasparenza e il merito scrittadal governo Berlusconi o rendere via via efficaci ledisposizioni per il contrasto alla corruzione, il gruppo deideputati del Pdl e’ al suo fianco. Se, viceversa, intendetornare alle leggi del 1942, e’ bene che sappia che non siamodisponibili a un ritorno al passato. Le modifiche apportate dal governo Berlusconi alla legge sulfalso in bilancio hanno introdotto nuove figure di reato peruna maggior protezione del mercato, adeguato le pene aicambiamenti intervenuti nella gestione societaria dal 1942 aoggi, inasprito le pene per i reati piu’ gravi commessi dallesocieta’ quotate”. ”La legge sulla trasparenza e sul contrasto allacorruzione voluta dal governo Monti, poi, copia, per la granparte, quanto gia’ era scritto sul disegno di leggedell’allora ministro della Giustizia e attuale vicepremier,Angelino Alfano, e dell’allora ministro per la Pubblicaamministrazione e attuale capogruppo del Pdl alla Camera,Renato Brunetta. Il ministro D’Alia -conclude Brunetta- diaimpulso e vigore a quelle norme, correggendole se e dovenecessario, e predisponga nel piu’ breve tempo il pianonazionale anticorruzione previsto dalla legge. Senza perderetempo in dichiarazioni, annunci, tavoli di lavoro ecommissioni. Per esperienza so che questo e’ il trucco deiburocrati di Palazzo per distrarre il proprio ministro dallaparte essenziale del suo lavoro”. com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su