Header Top
Logo
Giovedì 27 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola: Carrozza, priorita’ far sentire i bambini sicuri

colonna Sinistra
Venerdì 7 giugno 2013 - 14:19

Scuola: Carrozza, priorita’ far sentire i bambini sicuri

(ASCA) – Roma, 7 giu – La sicurezza nelle scuole e’ ”unproblema prioritario” per il ministro di Istruzione,Universita’ e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, intervenutaoggi alla trasmissione ”Prima di tutto”, di Radio1,all’indomani della presentazione presso il Parlamento dellelinee programmatiche del suo mandato. ”Ho lanciato – ha indicato Carrozza – il piano che ha ilsignificato di migliorare l’habitat di insegnanti e bambini.

Ce n’e’ un grande bisogno in Italia, bisogna sostenere glienti locali, che spesso sono proprietari degli edificiscolastici, in questa opera di manutenzione ordinaria estraordinaria. Questo – ha evidenziato il ministro – e’ unproblema prioritario: bisogna far sentire i bambini sicuri ascuola in tutti i sensi, a partire dall’ambiente scolastico,per poi proseguire con gli insegnanti, i programmi, tuttoquello che concerne il loro sviluppo, la loro crescita”.

La titolare del dicastero di viale Trastevere ha dunqueespresso la necessita’ di ”fare un lavoro con le Regioni perbilanciare il numero degli insegnanti in base alle effettivenecessita’, in base agli aspetti demografici; anche unavalutazione degli insegnanti, certo, in base al progresso deibambini nell’apprendimento. Dobbiamo sapere – ha proseguitoCarrozza – da dove partire e dove dobbiamo arrivare e faredell’offerta formativa un programma fattibile, che unisca lescuole del Paese, e che abbia un percorso condiviso. Dobbiamoimparare a sfruttare bene le risorse, imparare a spendere unpo’ meglio i soldi, in modo piu rapido ed efficace”. In tale quadro ”pensiamo – ha detto il ministro -all’edilizia scolastica, dove da quando viene approvato ilprogetto di lavoro in cantiere all’investimento vero eproprio passa troppo tempo: dobbiamo velocizzare questopercorso sfruttando tutte le tecnologie che oggi possiamoavere, anche per rendere trasparenti e visibili ai cittadinitutto quello che si fa nella pubblica amministrazione”. ”Abbiamo una grande voglia – ha continuato Carrozza – didimostrarci trasparenti e di condividere con le famiglietutto quello che si fa per migliorare la vita scolastica deibalmbini, una sorte di monitoraggio, dall’ambienteall’attuazione dei programmi. In Italia spesso si fannoprogrammi, poi non si va a verificare se sono stati attuati ose ci sono state difficolta’: ecco un concetto piu’manageriale, nel senso piu’ positivo del termine. Dobbiamoporci obiettivi comuni, anche per far capire davvero cos’e’il lavoro di un insegnante e di un dirigente scolastico”, haconcluso il ministro Carrozza.

com-stt/sam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su